RSSA Pinto Cerasino, Bozzetti (M5S): “Rischio chiusura per inadempienze della Regione. Emiliano intervenga”

Non possiamo continuare a restare indifferenti dopo l’accorato appello dei 40 lavoratori della RSSA Pinto Cerasino di Ostuni che rischiano di perdere il lavoro a causa delle croniche inadempienze della Regione Puglia”. Lo dichiara il consigliere del Movimento 5 Stelle Gianluca Bozzetti.

0
99

“Non possiamo continuare a restare indifferenti dopo l’accorato appello dei 40 lavoratori della RSSA Pinto Cerasino di Ostuni che rischiano di perdere il lavoro a causa delle croniche inadempienze della Regione Puglia”. Lo dichiara il consigliere del Movimento 5 Stelle Gianluca Bozzetti in seguito alla lettera inviata nei giorni scorsi dalla Cooperativa Sociale Orizzonti (che gestisce la RSSA Pinto Cerasino) al Presidente Emiliano e all’Assessore al Welfare Salvatore Negro per chiedere che la Regione intervenga il prima possibile per sanare la drammatica situazione dei lavoratori e dei pazienti assistiti nella struttura.

Già lo scorso aprile, ricorda Bozzetti, il Governo regionale aveva promesso di risolvere la situazione nel più breve tempo possibile, ma purtroppo a distanza di quasi sei mesi nulla è cambiato. La  struttura ospita 41 persone anziane affette da malattie neuro degenerative, ma i posti letto rimborsati dalla Regione sono meno della metà.

“Il risultato – incalza il pentastellato – è che la RSSA è sul punto di chiudere e di conseguenza gli operatori, che già non percepiscono lo stipendio da ormai quasi un anno, rischiano di rimanere definitivamente a casa e senza un lavoro e gli anziani ospiti della struttura di perdere addirittura l’assistenza a cui hanno diritto. Continueremo ad essere al fianco dei lavoratori, dei pazienti e delle loro famiglie – continua Bozzetti –  e chiediamo un intervento forte e non più procrastinabile da parte del Presidente Emiliano”.

Il timore è che anche nel prossimo Consiglio regionale non si riesca a discutere la proposta di legge sulla “Riorganizzazione delle strutture socio-sanitarie pugliesi per l’assistenza residenziale alle persone anziane non autosufficienti”, alla quale M5S presenterà emendamenti tesi ad una risoluzione di situazioni simili a quella della RSSA di Ostuni.

“Ad oggi – conclude Bozzetti – i tempi della burocrazia e della politica non sempre si conciliano con i problemi e le necessità delle persone. Il Presidente Emiliano deve intervenire immediatamente per sanare il problema della RSSA Pinto Cerasino di Ostuni, diversamente ci troveremo davanti all’ennesima vertenza lavorativa che coinvolge il territorio brindisino, ormai sempre più in difficoltà a causa dell’immobilismo di questo Governo regionale”.

CONDIVIDI