Il pugliese Pomodoro Revolution! selezionato da Banca Etica tra i progetti di valorizzazione nazionale beni comuni

0
22

Banca Etica ha selezionato un progetto pugliese di valorizzazione di beni comuni, insieme ad altri 12 provenienti da tutta Italia, lanciandolo in crowdfunding su Produzioni dal Basso e offrendogli la possibilità di ottenere anche il finanziamento a fondo perduto messo a disposizione dal Fondo per il crowdfunding di Etica sgr.
Si tratta di Pomodoro Revolution! – Cerignola (FG) – La Cooperativa sociale Pietra di scarto ha un piano per riqualificare un terreno agricolo che le è stato assegnato, dopo la confisca alla mafia. I fondi serviranno a completare gli investimenti produttivi e avviare un polo locale per la filiera di raccolta e trasformazione del pomodoro. Un’azione concreta di contrasto al caporalato nelle produzioni tradizionali locali, con l’assunzione in regola di personale a partire da fasce fragili o con disagio. Il progetto prevede il coinvolgimento attivo della comunità di Cerignola in un’azione culturale che coinvolga anche le scuole e tutta la cittadinanza, rispetto alla responsabilità condivisa di questo bene.
“Dal 2010 coltiviamo un sogno: recuperare un bene confiscato alla mafia a Cerignola, rendendolo testimonianza di un’utopia concreta, creando opportunità occupazionali per persone in stato di disagio partendo da un prodotto simbolo della nostra terra: il pomodoro” spiegano i promotori del progetto che puntano a una raccolta fondi di 27mila euro.
La campagna di crowdfunding durerà fino al 24 dicembre 2017.
Per maggiori informazioni su Pomodoro Revolution! e i 13 progetti in crowdfunding su Produzioni dal Basso: https://www.produzionidalbasso.com/project/pomodoro-revolution/, https://www.produzionidalbasso.com/network/di/banca-etica.