Giaquinto (Confartigianato Edili): “bisogna cogliere questa occasione o Brindisi perde una ennesima opportunità”

0
99
Cristian Giaquinto

“Cogliere al volo una nuova occasione di rivalutazione come quella del finanziamento di 60 milioni di Euro stanziato dal Cipe, il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, per la realizzazione di uno snodo ferroviario che riesca a collegare l’aeroporto di Brindisi con la stazione ferroviaria, altrimenti si corre il rischio che Brindisi debba rimpiangere l’ennesima opportunità sfumata”.

A richiamare l’attenzione su quanto stanziato dal Comitato è Cristian Giaquinto, Responsabile Settore Edile Confartigianato Brindisi che plaude alla approvazione del secondo Addendum al Piano Operativo Infrastrutture del Ministero Infrastrutture e Trasporti, relativo alla programmazione 2014-2020 del Fondo Sviluppo e Coesione, che prevede stanziamenti per 934,4 milioni per strade, ferrovie, rinnovo materiale rotabile, porti, dighe, ciclovie.

“Dopo il progetto dello Shuttle non andato a buon fine, – afferma il Responsabile Settore Edile Confartigianato Brindisi – ci viene proposta un’altra chance per adempiere alla connessione su rotaia tra l’aeroporto e la linea ferroviaria in stazione. L’intervento renderà Brindisi strategicamente più importante di quanto già non lo sia.”

“Il nostro capoluogo – prosegue Giaquinto – ha tra le mani una ennesima occasione per l’avvio di nuove opere infrastrutturali che non possiamo farci sfuggire. Una circostanza propizia che si può tradurre in possibilità per le imprese locali ed in particolare per il settore edile, con l’arrivo di cospicui finanziamenti ed investimenti diventa scontato pensare a nuovi posti di lavoro per tutta la durata dell’iniziativa, oltre che il risultato finale di poter poi godere di collegamenti rapidi con l’aeroporto da e verso tutti i paesi limitrofi per i viaggiatori abituali e – conclude Giaquinto – con il sicuro aumento di turisti che, prima o dopo il proprio viaggio, inevitabilmente si potrebbero fermare a visitare la città di Brindisi con più facilità.”