Eseguiti quattro provvedimenti restrittivi nel Brindisino

A Brindisi, Francavilla Fontana, Ostuni e San Vito dei Normanni: , i carabinieri eseguono quattro provvedimenti restrittivi.

0
84

I carabinieri della Stazione di Brindisi Centro hanno tratto in arresto, in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, Antonio Lococciolo, 58enne del posto.

L’uomo, in atto sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, è ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso, commesso nel 2016 in Otranto (LE), e dovrà scontare la pena di 4 anni di reclusione. Lococciolo dopo le formalità di rito, su disposizione dell’A.G., è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Brindisi.

A Francavilla Fontana, i carabinieri della Stazione hanno tratto in arresto, in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Lecce, I.C., 21enne del posto. Il giovane, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, deve scontare la pena di 6 mesi di reclusione.

Lo stesso, il 23 settembre 2015 nel Comune di Francavilla Fontana, nel corso di un servizio antidroga, veniva tratto in arresto poiché a seguito di perquisizione domiciliare e personale fu trovato in possesso di 10 grammi di hashish e semi di marijuana. Il ragazzo, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’A.G., è stato tradotto presso l’istituto penale minorile di Bari.

In Ostuni, i carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto, in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte D’Appello di Taranto – Ufficio Esecuzioni Penali, Mario Greco 25enne operaio del posto. L’uomo, ritenuto responsabile dei reati di rapina aggravata, porto illegale di arma e resistenza a pubblico ufficiale, commessi nel 2012 nel Comune di Ostuni, deve scontare la pena di 2 anni e 8 mesi di reclusione. Il giovane, nello specifico, unitamente ad altri 2 complici, di cui 1 straniero, armati di coltelli a serramanico, avevano perpetrato una rapina in danno dell’ufficio postale di Ostuni corrente in via Nino Sansone Junior, facendosi consegnare la somma di circa 2 mila euro, allontanandosi subito dopo l’azione delittuosa, a bordo di un’autovettura provento di furto. Greco, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’A.G., è stato tradotto presso la casa circondariale di Brindisi.

A San Vito dei Normanni, invece, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno tratto in arresto, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere, per evasione, Lorenzo Colella, 28enne del posto. Il provvedimento è stato emesso dal Giudice per le Indagini preliminari di Brindisi su segnalazione dei militari i che, il 6 giugno scorso, nel corso di un controllo, non avevano trovato in casa Luciano Colella, che si era allontanato dalla sua abitazione, ove era ristretto agli arresti domiciliari, senza giustificato motivo.
L’uomo, dopo le formalità di rito è stato tradotto presso la casa circondariale di Brindisi.

CONDIVIDI