La Cooperativa sociale San Bernardo organizza il convegno “Senza grassi non si può vivere! Lo spiega la Lipidomica”

La Cooperativa Sociale San Bernardo, con il patrocinio dell’ASL di Brindisi e del Comune di Latiano, organizza il convegno “Senza grassi non si può vivere! Lo spiega la Lipidomica”, che si terrà presso il Teatro Olmi di Latiano (Via G. Verdi, 1) lunedì 3 dicembre p.v. dalle 18,00 alle 20,00.

0
9

La Cooperativa Sociale San Bernardo, con il patrocinio dell’ASL di Brindisi e del Comune di Latiano, organizza il convegno “Senza grassi non si può vivere! Lo spiega la Lipidomica”, che si terrà presso il Teatro Olmi di Latiano (Via G. Verdi, 1) lunedì 3 dicembre p.v. dalle 18,00 alle 20,00.

Il convegno è dedicato ad un argomento innovativo e rilevante per il benessere dei cittadini: l’analisi lipidomica, ormai considerata fondamentale strumento di diagnostica per monitorare lo stato metabolico-nutrizionale collegato alla situazione di salute generale dell’individuo.
Di cosa si tratta e cosa ha a che fare con i grassi?

La lipidomica rappresenta una nuova frontiera nel mercato della salute fondata sull’esplorazione della membrana cellulare e della sua composizione lipidica. Essa studia le molecole note come lipidi o grassi non solo nella struttura, ma anche nella funzione e nelle variazioni che vengono a determinarsi in diverse situazioni fisiologiche e patologiche, considerandole quindi come elementi inseriti nel complesso del metabolismo cellulare, legati anche alla nutrizione.

La lipidomica ha infatti chiarito che i grassi dell’alimentazione devono essere scelti in un ben determinato equilibrio, seguendo le varie fasi della vita: accrescimento, sviluppo e fertilità, invecchiamento e longevità. Quando mangiamo, dobbiamo sapere quali tra i grassi che scegliamo – in primis nel carrello della spesa – sono utili alla formazione della migliore membrana possibile.

Non solo. La lipidomica utilizza un metodo analitico automatizzato, affidabile e ripetibile per ottenere notizie fondamentali sulla condizione del soggetto e, nello specifico, sulle risposte di tipo infiammatorio, immunitario e adattogeno, fondamentali nel percorso terapeutico.

In particolare, il profilo lipidomico permette di sviluppare, anche nell’assistenza domiciliare, un servizio personalizzato con indicazioni nutrizionali focalizzati sui bisogni specifici della persona, con la possibilità di seguire nel tempo l’andamento del profilo per evidenziarne i miglioramenti.
Numerosi sono i possibili ambiti di applicazione della lipidomica: dai soggetti sottoposti a nutrizione parenterale, per la scelta delle emulsioni lipidiche con bilanciamento ottimale delle tipologie di lipidi, a quelli che mostrano un aumento di BMI, per controllare lo stato metabolico e di accumulo lipidico in qualsiasi patologia; dalle persone diabetiche, per il controllo dell’induzione metabolica data dallo stato di deficit ormonale, a quelle che presentano uno stato infiammatorio associato allo stato patologico, per indurre un bilanciamento a livello molecolare delle segnalazioni lipidiche; dai soggetti con problematiche di cachessia anche collegata a terapie antitumorali, per migliorare la quota lipidica protettiva nella nutrizione e la formazione di massa magra, a quelli con problematiche neurologiche o neurodegenerative, per un ottimale funzionamento del sistema nervoso centrale e periferico e la prevenzione dello stato di neuroinfiammazione.

In Italia lo studio della lipidomica viene portato avanti dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, determinando la nascita e lo sviluppo di un’azienda innovativa sull’analisi della membrana cellulare fondata dagli stessi ricercatori: la Lipinutragen.

La massima esperta sull’argomento è senza dubbio la dott.ssa Carla Ferreri, Primo ricercatore del CNR, nonché co-fondatore e Direttore scientifico di Lipinutragen. La dott.ssa Ferreri illustrerà, con un linguaggio comprensibile ai non esperti, tutti i segreti della membrana cellulare e dei grassi che la compongono, fino ad arrivare a consigli pratici per comporre un carrello della spesa equilibrato.

Al convegno interverranno inoltre, per i saluti, il Presidente della Cooperativa sociale San Bernardo Giuseppe Natale, il nuovo Direttore sanitario dell’Asl di Brindisi dott. Andrea Gigliobianco, e il Presidente del Consiglio comunale di Latiano dott. Gabriele Argentieri. Seguiranno le relazioni del dott. Vincenzo Di Donna, Responsabile del Centro di medicina e chirurgia vascolare e rigenerativa presso il Centro medico radio-diagnostico e fisioterapico IGEA di Grottaglie, e del dott. Fabio Colonna, Coordinatore responsabile sanitario del servizio di Assistenza Domiciliare Integrata in Partenariato Pubblico Privato Asl Brindisi/RTI San Bernardo.

Considerata l’indubbia rilevanza dell’evento, si invitano le istituzioni e la cittadinanza a partecipare e si specifica che l’evento è gratuito e prevede il rilascio di un attestato a tutti i partecipanti.
Per una migliore organizzazione si prega di confermare la propria presenza a:
direzione@cooperativasanbernardo.it, entro venerdì 30 p.v.

CONDIVIDI