Acquedotto Pugliese punta allo sviluppo del territorio di Brindisi

0
7

Acquedotto Pugliese punta allo sviluppo della provincia di Brindisi attraverso un piano di investimenti capillari. Confermati interventi nel biennio in corso, 2018 – 2019, per quasi 30 milioni di euro nel brindisino, per il miglioramento delle reti idriche e fognarie e il potenziamento del riuso delle acque reflue e della depurazione. È quanto è emerso ieri nel corso dell’incontro tra il Presidente di AQP, Simeone di Cagno Abbrescia, e il Presidente della Provincia di Brindisi e Sindaco della Città, Riccardo Rossi, nel Palazzo dell’Acqua a Bari.

Nello specifico, sul territorio di Brindisi, nel biennio in corso, sono previsti investimenti per oltre 6 milioni di euro per la realizzazione e il miglioramento delle reti idriche, circa 9 milioni di euro per il potenziamento e l’ampliamento delle reti fognarie e oltre 12 milioni per la depurazione e il riuso. Tra le opere principali, il potenziamento degli impianti di depurazione di Brindisi Fiume Grande, di Ostuni e dell’impianto di depurazione consortile a servizio del territorio di Torre Santa Susanna, la rigenerazione e prolungamento della condotta sottomarina in zona Apani e la sostituzione della rete idrica e fognaria del centro storico di Mesagne.

“Prosegue – ha dichiarato il Presidente di AcquedottoPugliese, Simeone di Cagno Abbrescia – il nostro impegno sul territorio diBrindisi, al fine di incrementare ulteriormente i servizi fondamentali per lacomunità. C’è sinergia con le istituzioni locali e contiamo di consolidarla neltempo nell’interesse delle comunità servite”.

CONDIVIDI