Tuturano, Lega Brindisi “Quartiere abbandonato, da Rossi nessuna promessa mantenuta”

0
130

C’è un quartiere di cui Rossi sembra essersi completamente dimenticato, nonostante le funamboliche promesse in campagna elettorale: è Tuturano, il quartiere invisibile di Brindisi, talmente privo di attenzioni che non è stato nemmeno degno di un filo di luci natalizie.
Ma questo non basta a descrivere il degrado in cui versa il quartiere. Solo pochi giorni fa abbiamo fotografato lo stato delle strade, alcune con enormi buche e altre impraticabili per via delle radici dei pini marittimi. Per non parlare poi del degrado in termini di vita sociale a Tuturano: la sera le vie sono deserte, le attività commerciali sono pochissime e avvolte nel buio per via dell’impianto di illuminazione ormai antiquato.
Un’assenza di vitalità che affligge anche la parte più giovane della comunità del quartiere, dove i giovani non sanno cosa fare poiché non esiste alcun punto di ritrovo o di riferimento. Quasi obbligati ad incontrarsi sui gradini dell’edificio abbandonato che ospita l’ufficio anagrafe del Comune mentre si erge imponente il centro di “Dinamicizzazione”, luogo di aggregazione giovanile mai avviato e ripetutamente vandalizzato. Neppure i bambini godono di spazi adeguati. Il Parco Colemi, sebbene appartenga a Tuturano, è un bosco incantevole e patrimonio naturalistico di enorme valore che però è lasciato all’ incuria e al degrado.
Anche a livello di mezzi, Tuturano è servita in maniera pessima. Dista circa 10km da Brindisi e l’unico mezzo pubblico di collegamento è un autobus che effettua poche corse e alcune, quelle degli studenti pendolari, sono sistematicamente sovraccariche di passeggeri. Innumerevoli sono le segnalazioni che ci arrivano dai cittadini di Tuturano, una lunga ed interminabile lista che mortifica un’intera comunità, a dispetto di quel cambiamento tante volte sbandierato dal sindaco Rossi.
Un sindaco che annega nel mare di promesse fatte in campagna elettorale e mai mantenute. Ecco in sintesi alcuni degli impegni per Tuturano, presi in campagna elettorale dall’allora candidato Sindaco Rossi in data 15 Giugno 2018:
“1) raddoppio delle frequenze dei mezzi pubblici e l’estensione dell’orario di servizio.
2) potenziamento della delegazione dell’anagrafe e apertura di uno sportello per i servizi sociali.
3) apertura del centro di dinamicizzazione, con uno spazio di aggregazione per i giovani, un centro anziani e la sede anche di un comitato di quartiere.
4) ridare dignità e decoro al parco Colemi, un polmone verde senza uguali che merita di essere curato, attrezzato, anche con un parco giochi e pubblicizzato con l’obiettivo di farlo diventare un centro di attrazione per tutti i cittadini della provincia di Brindisi e non solo, con iniziative organizzate in accordo con le associazioni del territorio.”
Ebbene, nulla di tutto ciò è stato realizzato. Chi scrive si sente tuturanese di adozione e nutre un profondo sentimento di rabbia nel sapere che questo luogo non trova spazi di discussione in Consiglio Comunale e mai è coinvolto in un progetto di miglioramento urbano.

Lo dichiara in una nota Lidia Penta, Responsabile Amministrativo per la Lega a Brindisi