Brindisi – Rifiuti, il Sindacato SUL/CT: “Mancata Trasparenza dell’Amministrazione Comunale nelle assunzioni dei lavoratori”

0
154

Facciamo chiarezza sull’accordo collettivo Territoriale raggiunto per la proroga dei contratti a termine dei lavoratori impegnati nella raccolta dei rifiuti nel Comune di Brindisi con il supporto dell’Amm.ne Comunale nella persona dell’Ass.re Roberta Lopalco.

L’art.12 del Capitolato Speciale elaborato dall’Amm.ne Comunale afferma che in caso di malattia, ferie, permessi vari etc. del personale facente parte della “Platea Storica”, l’appaltatore dovrà provvedere ad integrarlo attingendo dalle liste di Collocamento dei cittadini residenti nel Comune di Brindisi. Tale personale costituirà il personale Integrativo che non potrà in alcun modo rientrare nella Platea Storica del servizio. Ebbene la Società Ecologica Pugliese prima di lasciare il servizio ha consegnato all’ Amm.ne Comunale l’elenco del personale integrativo utilizzato, costituito da n. 20 unità. La Società subentrante Ecotecnica srl per assicurare l’adempimento degli obblighi derivanti dal Capitolato (art. 12) assumeva il personale che aveva già prestato servizio.
Invece di ricorrere all’Accordo Collettivo Territoriale per garantire ai n. 20 lavoratori il rinnovo dei contratti, sono stati assunti ulteriori lavoratori portando la pianta del personale integrativo a oltre 40 unità lavorative.
Solo dopo le nuove assunzioni effettuate dalla Società Ecotecnica su cui la scrivente O. Sindacale SUL/CT ritiene che vi sia la totale assenza di trasparenza, si è pensato di ricorrere all’Accordo Territoriale per garantire chi? Ora è spiegabile perché alla nostra rinnovata richiesta fatta all’Ass.re Roberta Lopalco e alla Società Ecotecnica di venire in possesso dell’elenco del personale assunto, hanno pensato bene di non riconvocarci escludendoci dal confronto. Noi riteniamo che solo in presenza di una pianta storica del personale a tempo determinato si possa dare al lavoratore una continuità lavorativa nel tempo tanto decantata dal sindacato Territoriale FP- CGIL e FIT CISL con il supporto dell’Assessore all’Ambiente. Si è voluto ancora una volta percorrere la strada dell’illegalità e dei compromessi non tenendo conto dei diversi curriculum inviati dai giovani disoccupati brindisini iscritti da molto tempo all’Ufficio di Collocamento di Brindisi. Attendiamo di essere convocati e di ricevere l’elenco del personale assunto per essere messi nelle condizioni di conoscere i criteri scelti per le assunzioni.