Oria, responsabile di 12 rapine a mano armata in poco più di 4 mesi tra le province di Brindisi e Taranto, 19enne torna in carcere

0
3541

Il Giudice per le indagini preliminari sulla scorta delle risultanze fornite dai Carabinieri di Oria che hanno accertato la violazione delle prescrizioni imposte, ha disposto l’aggravamento della misura cautelare nei riguardi di Vincenzo Tramontano 19enne, residente in Latiano, meglio conosciuto come “Vincenzo il napoletano” per via delle sue origini. Il giovane era stato arrestato nel maggio 2018, dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Brindisi e della Compagnia di Francavilla Fontana, in esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Brindisi, che aveva accolto la richiesta avanzata dal Pubblico Ministero presso la locale Procura della Repubblica, fondata sulle risultanze investigative rassegnate dall’Arma nei confronti del Tramontano e di altro correo, responsabili in concorso tra loro di 12 rapine in attività commerciali fra dicembre 2017 e aprile 2018. Nove rapine erano state commesse in provincia di Brindisi: Torre Santa Susanna (3 eventi), Cellino San Marco, Villa Castelli, Erchie, Francavilla Fontana, San Michele Salentino, Carovigno e tre in provincia di Taranto: San Giorgio Jonico, Uggiano Montefusco e Grottaglie. Vincenzo Tramontano per le rapine nel mese di gennaio scorso era stato condannato con il giudizio abbreviato alla pena di anni 6 di reclusione. Con il suo arresto, era così terminato l’incubo che attanagliava le attività commerciali del territorio, farmacie, tabaccherie, supermercati. 12 gli eventi delittuosi commessi spalmati in un arco temporale di 5 mesi dal dicembre 2017 all’aprile 2018, che hanno fruttato un bottino complessivo di quasi 20mila euro.
8 le rapine commesse nei riguardi di supermercati: San Giorgio Jonico (TA), Cellino S. Marco, Uggiano Montefusco (TA), Villa Castelli, Francavilla Fontana, Grottaglie (TA), Carovigno e Torre Santa Susanna, 1 nella tabaccheria “Di Maggio” in Torre Santa Susanna, 1 nella farmacia “San Michele” di San Michele Salentino, 1 nella parafarmacia “Volpe” di Erchie e 1 nell’attività commerciale di prodotti per la casa e l’igiene “bolle di sapone” in Torre Santa Susanna.
Dopo la notifica dell’odierno provvedimento ed espletate le formalità di rito è stato condotto nella Casa Circondariale di Brindisi.