AttualitàTerritorio

Liceo Artistico di Brindisi al “centro” dell’arte

Si è conclusa l’iniziativa promossa dal centro Commerciale “Le Colonne” di Brindisi che ha coinvolto gli alunni delle classi terze del Liceo Artistico con proposte creative sul tema “I giovani e la città di Brindisi”.

Uno sguardo ricco di colori e sogni nell’immaginario dei giovani che vivono la città, respirano la storia, la bellezza delle forme che rivestono i luoghi e riflettono emozioni con nuove interpretazioni di colori, che segnano aspettative riqualificanti la città di prospettive e arditi cromatismi. Fantasia e talento hanno dato espressione visiva della città interpretata nel suo rapporto costante tra terra e mare. Monumenti galleggianti in un orizzonte d’acqua, forme sospese nell’azzurro del cielo, superfici architettoniche rivestite di bolle d’acqua colorata, deformazioni che ci restituiscono la consistenza dei desideri, l’impalpabile e l’infinito dell’immaginazione.

Dopo la prima fase delle attività svolte in classe, ha avuto seguito la selezione di dieci bozzetti realizzati per gruppi di lavoro nelle quattro giornate dedicate all’iniziativa del Centro Commerciale Le Colonne di Brindisi, tenutasi dal 10 al 13 ottobre.

Giorni di intenso lavoro fino alla premiazione che sabato pomeriggio, alla presenza dei docenti Antonio De Maria e Gaetano Leone, hanno proclamato i vincitori: il primo premio ad un ex equo per la coppia Michael Nacci – Chiara Rubino e Lorenza Medico-Silvia Castellana, con la presentazione delle due opere, l’una con forti richiami alla street art aderente ad un linguaggio comune tra i giovani di oggi, l’altra, come rilettura poetica della città vicina al mondo figurativo dell’illustrazione per l’infanzia.

Il secondo premio attribuito agli studenti Giorgia Lo Parco- Simone Mola con un’opera in cui la superficie architettonica si presenta in una nuova visione fatta di superfici circolari piane, come in un mosaico di corpuscoli variopinti da tante gradazioni di colori e forme circolari. Il terzo posto attribuito a Rabihane Desari-Rubini Iris con una rivisitazione dei luoghi del centro storico deformata da linee curve in un dinamismo di colori e forme in movimento.

Anche questa iniziativa è diventata uno strumento di condivisione e di apertura al territorio, una delle mission dell’I.I.S.S. Marzolla Simone Durano, che vede l’applicazione delle conoscenze acquisite da parte degli allievi in contesti e situazione reali diversi dall’aula scolastica.

Gli studenti, insieme a tutta la comunità scolastica e alle famiglie, hanno dimostrato entusiasmo e partecipazione e ricevuto anche una piccola gratificazione da investire nella cultura: una gift card da spendere in libri.

Comment here