VIDEO/ Tromba d’aria, nubifragio, danni e allagamenti. Brindisi e provincia messi in ginocchio dal maltempo

0
3430

Disagi ma soprattutto danni, incidenti e tanta paura, Il maltempo abbattutosi violentemente a Brindisi e sulla sua provincia nella giornata di oggi, mercoledì 10 luglio 2019.
E’ iniziato tutto con una tromba marina sulla coste delle marine di Carovigno e sulla costa vicina alla riserva di Torre Guaceto, venti forti e una sorta di tromba d’aria ha raggiunto nel tardo pomeriggio anche la città di Brindisi quando ormai la perturbazione aveva interessato  anche altre città della provincia come Ceglie Messapica dove una impalcatura del centro storico è crollata su un palazzo adiacente o a San Vito dei Normanni dove si sono registrati feriti e ancora Ostuni e Fasano  e principalmente le località nella zona costiera.A Torre Santa Sabina, una forte grandinata ha messo in ginocchio la marina di Carovigno con chicchi di ghiaccio grandi come arance che spinte dalle raffiche di diversi chilometri orari si sono abbattute come proiettili su auto e ville danneggiando carrozzerie, rompendo parabrezza, vetri e finestre, spezzando alberi e sradicando pali. Un albero abbattuto dal vento ha interrotto la strada che dalla marina riporta alla Città della Nzegna. Diversi gli stabilimenti balneari che hanno subito danni anche sulla litoranea nord di Brindisi.
Nel capoluogo, inizialmente, il forte vento ha creato disagi all’aeroporto del Salento, alla zona portuale per poi trasformarsi in un forte temporale abbattutosi in città intorno alle 20 creando numerosi danni nei vari quartieri. Nel parco del Cesare Braico, pioggia e vento hanno creato ilo panico con diversi rami di alberi caduti pericolosamente nella zona pedonale, stessa situazione verificatasi su viale Aldo Moro e nei quartieri Sant’Elia e Perrino. A farla da padrona, come succede spesso a Brindisi, gli allagamenti, critici anche al centro, ma soprattutto nelle zone che normalmente vengono interessate da questa problematica per la quale sono arrivate numerose segnalazioni alle sale operative di Polizia Locale e Vigili del fuoco,  come via Appia e via Tor Pisana.  In particolare interventi sono stati effettuati nella zona del sottopassaggio della Strada per Pittachi dove alcune auto sono rimaste semisommerse. Stessa situazione si è verificata in via Provinciale per Lecce nella zona della Questura ma più a ridosso del Canale Patri. Proprio in corrispondenza del sotto passaggio del Canale, alcune canne sradicate dal Vento stavano ostruendo il deflusso dell’acqua creando pericolosi allagamenti. Il pericolo è rientrato con l’intervento anche della Protezione Civile. Lavoro straordinario quindi per i soccorsi costretti ad operare in condizioni critiche e in diversi punti della città rimasti totalmente al buio. Nonostante la grande quantita di pioggia e il vento le temperature sono rimaste alte la situazione è rientrata e si cominiciano a contare i danni. Una situazione che ha quindi ha lasciato il segno e regalato immagini e conseguenze che chi vive al di qua della terra è abituato a vedere solo nelle impressionanti immagini televisive che arrivano dalle zone del mondo interessate da trombe d’aria, uragani e tsunami. Intanto il meteo prevede nelle prossime ore domani è tempo bello e soleggiato.