Cultura&EventiRegionali

Ssuccesso per l’evento su Maria Callas organizzato da “Brindisi e le Antiche Strade”, Laica di Lecce e il Consolato di Grecia di Brindisi, Lecce e Taranto

È andato oltre le più rosee aspettative il successo riscosso ieri dall’evento “Maria Callas, la voce immortale che dal Mediterraneo unisce il mondo”, organizzato dal Consolato di Grecia di Brindisi Lecce e Taranto con la stretta sinergia dell’Associazione storico-culturale Brindisi e le Antiche Strade e Laica di Lecce.
L’evento si è tenuto nella bellissima cornice del Teatro Apollo, prezioso gioiello dell’architettura leccese, in quanto le avverse condizioni metereologiche hanno impedito lo svolgimento del concerto in piazza Duomo.
Pubblico delle grandi occasioni per assistere ad un evento che sicuramente lascerà il segno.
“Ho iniziato sin da ragazzina ad apprezzare e amare la lirica ascoltando i dischi di Maria Callas- commenta il presidente di Brindisi e Le Antiche Strade, Rosy Barretta. Sono sempre stata profondamente ammaliata dalla sua voce, dal suo stile, dalla sua vita, dal suo essere donna. Quando il console onorario di Grecia, avv. Antonella Mastropaolo, mi propose di organizzare una serata che fosse un tributo alla donna che ho sempre amato, e non solo per la sua straordinaria voce ma anche per la sua grazia e il suo stile, ho proposto l’iniziativa alla mia associazione che si è dimostrata entusiasta.”
L’Associazione Brindisi e Le Antiche Strade ha scelto di essere al fianco del Consolato di Grecia nell’organizzazione di un tributo in onore dell’indimenticato soprano per lanciare un messaggio di unione e condivisione che partisse congiuntamente dalla Puglia e dalla Grecia per abbracciare tutto il mondo, attraverso la forza della musica.
“Furono i romani ad inventare e creare le strade- continua Rosy Barretta- che per tutto il mondo antico rappresentarono un evento politico di portata universale e che costituiscono, ancora oggi, il supporto della viabilità attuale. Le strade hanno soprattutto svolto la funzione di unire e collegare civiltà, culture, mondi. Proprio come le strade romane, anche Maria Callas è partita dal Mediterraneo e con la sua voce meravigliosa, con la sua eleganza, con la sua capacità interpretativa ha unito e conquistato il mondo. In un momento storico così difficile e controverso- conclude il presidente dell’Associazione- ritengo sia necessario ancorarsi a valori ed esempi, come l’unione e la condivisione di culture, che ci consentano di non perdere la strada maestra.”
L’Associazione Brindisi e le Antiche Strade ringrazia tutti coloro i quali si sono adoperati instancabilmente alla perfetta riuscita dell’evento; S.E. l’Ambasciatore di Grecia; le autorità, civili militari e religiose pugliesi; il Consolato di Grecia e gli artisti, di straordinaria caratura internazionale, che si sono esibiti. Ringrazia altresì la bravissima giornalista Maria di Filippo per la sua grande professionalità.
L’auspicio è che possano essere sempre più numerosi eventi di tale caratura che contribuiscono ad arricchire il nostro territorio.

Comment here