BRINDISI – Un nuovo atto vandalico è stato perpetrato in città, questa volta a Piazza Cairoli. Non è questa la Brindisi che vuole e deve crescere per il bene dei più. Arriva puntuale lo sfogo su Facebook dell’Assessore alle Attività Produttive del Comune, Oreste Pinto. Post, ovviamente, condiviso dall’Assessore ai Lavori Pubblici, Tiziana Brigante, ma anche dagli esponenti di centrodestra, quali Lidia Penta della Lega, perchè l’inciviltà non ha colore politico, ma tutti, destra e sinistra, devono perorare la giusta causa: la rinascita di Brindisi.

“Poco importa – scrive Pinto – se si tratta di un gesto di idioti in vena di protagonismo, di deficienti in preda a qualche sostanza o di imbecilli che vogliono dare il messaggio che Brindisi è nelle loro mani e deve sguazzare nel degrado. L’atto vandalico perpetrato stanotte in Piazza Cairoli può avere tante origini ma un dato è certo: è un reato inaccettabile, stupidamente barbaro, generato in danno di Brindisi, dei suoi cittadini e degli sforzi di tutti coloro che stanno cercando di costruire un’immagine migliore della nostra città, compreso tutti i commercianti che hanno scelto proprio Piazza Cairoli per offrire il proprio contributo fattivo al decoro della città. La Brindisi civile si deve ribellare a tutela del rispetto delle leggi e delle regole civili. Nella consapevolezza che si tratta di una battaglia culturale, di civilità e di legalità, non resta che rinnovare l’impegno a fare sempre di più, sempre meglio e non darla mai vinta a personaggetti che valgono quanto il due di bastoni quando la briscola è a denari”.
AGGIORNAMENTO
Alla segnalazione dell’Assessore Pinto è seguito un tempestivo intervento di ripristino e la colonnina del corrimano di Piazza Cairoli è stata ricollocata nella postazione originaria con del cemento poco dopo le ore 11.