Polizia Postale, uffici momentaneamente trasferiti per ristrutturazione ma il sindacato di Brindisi lamenta inadeguatezza locali e carenza personale

0
17

Riceviamo e pubblichiamo nota della Segreteria Provinciale del  Sindacato SIAP della Polizia di Stato sulla situazione della Sezione Polizia Postale di Brindisi. Di seguito il testo:
“Questa Organizzazione Sindacale ha partecipato, in data 13.8.2019 presso gli Uffici della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Brindisi ed insieme alle altre OO.SS. maggiormente rappresentative della Polizia di Stato, alla riunione consultiva ai sensi dell’art. 29 comma 3 del D.L. 81/2008.
Il Dirigente la Polizia Postale e delle Comunicazioni “Puglia”, Dr.ssa Ida Tammaccaro, ha informato le R.L.S. Presenti, tra i quali per il S.I.A.P. Il Segretario Generale Provinciale,  Cosimo Sorino che sono in procinto dei lavori di ristrutturazione dell’edificio di proprietà di Poste Italiane al cui interno operano i dipendenti della Sezione di Polizia Postale.
Nel frattempo lo stesso Dirigente Compartimentale ha richiesto ed ottenuto dal Signor Questore di Brindisi luoghi idonei, all’interno della Questura, ad ospitare i dipendenti della Sezione Polposta per il tempo necessario ad effettuare i lavori di ristrutturazione alla sede della Sezione.
Questa Organizzazione Sindacale ha innanzitutto apprezzato, la celerità con la quale il Dirigente il Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni Puglia Dr.ssa Ida Tammaccaro, dopo il suo insediamento, è riuscita a far reperire i fondi necessari alla ristrutturazione dei locali della Sezione di Brindisi e di aver attivato, anche grazie all’aiuto dell’RSPP Dr. Andrea Carnimeo, in tempi brevissimi, misure idonee e necessarie per ridurre al minimo l’eventuale rischio per la salute dei dipendenti della Sezione.
La sinergia con il Questore di Brindisi, che si è rapidamente attivato, e grazie al quale ha reso possibile continuare l’operatività in sicurezza e tranquillità dei dipendenti la Sezione Polposta, all’interno di Uffici della locale Questura.
Ma nonostante gli sforzi, l’impegno e la rapidità di quest’intervento, questa Organizzazione Sindacale, da tempo, ha più volte segnalato nel tempo, ma invano, la necessità e l’urgenza di adeguare i locali della Sezione Polizia Postale alle normative vigenti.
Ma oltre a questa altra importantissima questione, vi è anche quella della carenza, ormai cronica, di personale in molti Uffici di Polizia e della Postale in particolare, dovuti al “tira e molla” sulla chiusura o non di alcune sedi tra cui quella di Brindisi.
Tra trasferimenti, pensionamenti e altre assegnazioni, l’organico della stessa è ridotto all’osso.
Le competenze sempre più svariate (truffe telematiche, pedopornografia on line, intrusioni informatiche, conferenze preventive nelle scuole, …, ecc.) nonché l’aumento dei reati informatici negli ultimi anni, non fanno altro che incrementare il peso lavorativo che ricade, ormai sui pochi dipendenti.
E’ questa quindi l’occasione per segnalare da una parte la dedizione e la passione dei colleghi che svolgono servizio in detti Uffici, dall’altra la mancanza di pianificazione da parte del Dipartimento della PS che non ha avuto, per la Sezione Polizia Postale di Brindisi, la stessa “attenzione” rispetto ad altri nella stessa provincia.
Questa organizzazione Sindacale pertanto, porrà la massima attenzione sul problema degli organici e sulle condizioni logistiche nelle quali operano i colleghi di questa provincia.”