Denunciato dalla figlia di 28 anni dopo una forte lite, per un 53enne di Brindisi scatta la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa famigliare

0
4566

I Carabinieri della Stazione di Brindisi Casale hanno dato esecuzione alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa famigliare, emessa dal Tribunale di Brindisi, nei confronti di un 53enne del luogo.
La misura è scaturita in seguito alla denuncia-querela sporta dalla figlia 28enne, convivente, il 20 agosto scorso. In particolare, la figlia ha denunciato che il padre il 19 u.s., nel corso di un litigio avvenuto tra i due nelle mura domestiche, si è reso responsabile del danneggiamento di diversi mobili presenti nell’abitazione, nonché alcuni effetti personali della stessa. Il movente del gesto da parte dell’uomo, sarebbe verosimilmente riconducibile ad astio avuto dallo stesso nei confronti della moglie, 56enne, allontanatasi volontariamente dalla famiglia lo scorso mese di luglio, non facendo, ad oggi più ritorno. In merito i Carabinieri hanno relazionato i fatti accaduti all’Autorità Giudiziaria per cui ha emesso la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare nei confronti dell’uomo.