Perquisiti per possesso di cocaina e hashish, la Polizia scopre nella loro abitazione allaccio abusivo all’elettricità. Arrestati 26enne e 46enne di Ostuni

0
77

Detenzione ai fini di spaccio e furto aggravato di energia elettrica. Con questa accusa, agenti del Commissariato di P.S. di Ostuni, nell’ambito dell’attività di prevenzione e repressione dei reati, hanno arrestato, in flagranza dei reato di 2 perone le cui iniziali sono C.P. pregiudicato di 26 anni, e M.M. di 46 anni entrambi della Città Bianca, messi a disposizione della Procura dopo le formalità di rito.
In particolare, C.P., il 26enne, risponde del reato di detenzione ai fini di spaccio di cocaina ed hashish nonché, in concorso con M.M., anche di furto avendo realizzato presso la loro abitazione sita nei pressi dello stadio comunale, un allaccio abusivo con bypass del contatore di misurazione. Il danno economico è in fase di quantificazione.
L’attività di è svolta nel corso della notte di domenica nei pressi dell’abitazione in uso ai due ove, al momento dell’accesso, si rintracciavano oltre ai due arrestati 5 altri individui di cui 2 minorenni.
Le perquisizioni hanno permesso di rilevare e sequestrare penalmente 5 grammi di hashish in dosi, 3 grammi di cocaina suddivisa in 4 cipollotti chiusi all’estremità con nastro isolante di colore nero, sostanza da taglio del tipo bicarbonato, 1 bilancino elettronico di precisione, 1 rotolo di nastro adesivo nero e ritagli di buste in plastica. Per eludere i controlli di polizia, la cocaina era stata occultata all’interno di una confezione rigida di caramelle posta in un ripostiglio adibito a piccolo laboratorio di confezionamento delle dosi. Le operazioni, non agevoli per lo stato dei luoghi, si sono concluse anche con la segnalazione al Prefetto per uso non terapeutico di droghe di 2 diciottenni presenti nella casa perquisita.