La fuga sull’auto rubata finisce contro un muro. Ladri brindisini arrestati dopo un inseguimento finiscono in ospedale

0
2910

La loro fuga è finita contro il muro di cinta di una abitazione di Via Benedetto Brin all’altezza della rotatoria. Sono finiti prima in manette e poi in ospedale due brindisini, Antonio Scapecchi di 34 anni e Pietro Giovinazzo di 31 anni  beccati, in flagranza di reato alla guida di una Renault Clio rubata nella notte appena trascorsa tra giovedì 29 agosto e venerdì 30 agosto 2019.
Ad avvisare la polizia il proprietario dell’auto che intorno all’una della notte aveva segnalato al numero d’emergenza 112  furto del mezzo percheggiato in via Carso al rione Cappuccini. Prontamente le Volanti presenti sul territorio, ricostruendo un eventuale percorso hanno intercettato l’autovettura in via del Lavoro.
Nonostante agli occupanti fosse stato intimato l’alt, gli stessi proseguivano la loro fuga cercando di eludere il fermo. Nasceva un lungo inseguimento per le vie cittadine, dove i malviventi per garantirsi la fuga hanno effettuato manovre altamente pericolose a rischio di collisione con mezzi parcheggiati sulla pubblica via.
Incessante è risultata l’azione degli Agenti Operanti, che hanno continuato l’inseguimento tallonando l’autovettura in fuga fino alle porte del quartiere Casale.
Il conducente ha perso il controllo dell’autovettura, concludendo la sua corsa con un forte schianto sul muro di cinta di un’abitazione in via Brin.
Nonostante il violento impatto, i due malfattori hanno continuato ad eludere l’intimazione a fermarsi e si sono dati alla fuga a piedi.
Mentre uno dei due ladri, dopo pochi metri è stato prontamente bloccato, l’altro ha iniziato a correre per alcune centinaia di metri fintanto non è stato raggiunto e bloccato dagli agenti.
I due malviventi già noti alle Forze dell’Ordine, sono stati arrestati per i reati di furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale.
Avendo riportate delle ferite a seguito dell’urto, i due autori sono stati soccorsi e trasportati presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Perrino, dove attualmente sono sottoposti ad accertamenti sanitari.
Prosegue incessante, da parte dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Brindisi, l’intensa attività di prevenzione e repressione dei reati, con particolare attenzione ai delitti contro il patrimonio e tra questi quello dei furti di automobili che desta particolare allarme sociale nei cittadini.
L’attenta analisi eseguita nel corso dei mesi di questa fattispecie delittuosa, in cui sono state individuate le zone a maggiore rischio, ha portato l’U.P.G.S.P. a intensificare i propri sforzi in tema di controllo del territorio, sforzi che hanno visto impegnato tutto il personale della Sezione Volanti, anche con turni prolungati.

Cna Servizi Brindisi
Cna Servizi Brindisi
Cna Servizi Brindisi
Cna Servizi Brindisi
CONDIVIDI