BRINDISI – Questa mattina, presso Palazzo di Città, è stata analizzata la proposta progettuale ed economica per la realizzazione di un nuovo palazzetto dello sport polifunzionale da 5000-6000 posti (New Arena, come così come chiama il progetto la stessa società cestistica) presentata dalla New Basket Brindisi, in associazione con Petito Prefabbricati (di Salice Salentino) e Primiceri spa (Modugno). Manca solo un implemento di documentazione sulla viabilità e poi potrà, finalmente, partire il progetto. La conferenza dei servizi sarà riaggiornata tra due settimane circa, per l’ok definitivo.

Presenti anche Regione, Soprintendenza, Autorità di Bacino della Puglia, Enac, AQP, Terna, Enel Distribuzione, Telecom e Snam Rete Gas, ognuna secondo le proprie competenze, hanno valutato l’innovatività e qualità architettonica ed il rispetto alla norme in materia di sicurezza e salute; conformità della norme ambientali, urbanistiche e di tutela paesaggistica; compatibilità geologica ed idrogeologica; risparmi energetico in fase di realizzazione e di gestione; risparmi di suolo ed incremento del verde pubblico; utilizzo di energie rinnovabili; rispetto ai criteri di accessibilità e di trasporto pubblico; equilibrio economico-finanziario dell’intera operazione.

Lo scorso 14 giugno fu siglato un protocollo d’intesa tra Regione Puglia e Comune di Brindisi proprio per la nascita del nuovo impianto in contrada Masseriola. Successivamente a questa data, a Palazzo di Città giunse un solo progetto, ossia quello della New Basket.

La proposta prevede, come detto, 5000-6000 posti, palestra, diversi bar, negozi (tra i quali anche lo store del sodalizio biancazzurro) ed un ristorante. Il tutto per un valore di 10 milioni di euro, così suddivisi: la Regione copre il 45% delle opere; il restante 55%, invece, sarà coperto per l’80% da Credito Sportivo ed il rimanente 20% tramite intervento dei privati (circa due milioni di euro).

Tommaso Lamarina