Viola continuamente le disposizioni dell’Autorità Giudiziaria, 52enne di Cellino San Marco finisce in carcere

0
41

I Carabinieri della Stazione di Cellino San Marco hanno tratto in arresto, Marcolino Andriola 52enne del luogo, in esecuzione all’ordinanza di aggravamento della misura cautelare cui era sottoposto, emessa dalla Corte d’Appello di Lecce. Il provvedimento giudiziario è scaturito dagli elementi raccolti dai Carabinieri di Cellino San Marco a seguito dell’accertamento delle reiterate violazioni alle prescrizioni imposte. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Brindisi, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria. L’Andriola nel maggio del 2018 era stato arrestato in flagranza di reato per porto e detenzione illegale di arma da fuoco clandestina, infatti era stato sorpreso nella serata nelle adiacenze di un locale pubblico di Cellino San Marco, sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di un revolver marca Franchi Llama, calibro 38 special, con matricola abrasa, e 4 proiettili. Anche in precedenza aveva avuto dei trascorsi in fatto di reati concernenti la detenzione illegale di armi. Nel 2007 era stato tratto in arresto per detenzione di un fucile da caccia semiautomatico calibro 12 con matricola abrasa e relativo munizionamento. Nel 2014, arrestato poiché trovato in possesso di una pistola Beretta modello 81 calibro 7.65 con matricola abrasa e 10 proiettili dello stesso calibro e 6 proiettili calibro 6 corto.