BRINDISI – Tra gli investimenti più rilevanti, nuovi contatori Smart Meter a Brindisi e Taranto e il potenziamento dell’impianto di sollevamento di Torre del Diavolo (Bari).

Il Consiglio di Amministrazione di Acquedotto Pugliese, nel corso dell’ultima seduta, ha deliberato l’avvio delle procedure di appalto per complessivi 66 milioni di euro nell’innovazione, nel potenziamento di reti idriche e fognarie e nel comparto depurativo. Di seguito gli interventi più rilevanti, tra cui il progetto Smart Meter per la telelettura e la sostituzione degli attuali contatori con misuratori intelligenti e l’intervento di manutenzione straordinaria sull’impianto di sollevamento fogna di Torre del Diavolo, a Bari.

Il nuovo piano di telelettura si chiama Smart Metering AQP e ha come ambizioso obiettivo la sostituzione degli attuali contatori installati con dispositivi intelligenti di nuova generazione gestiti in telelettura. Il piano prevede la sostituzione progressiva dell’intero parco contatori, costituiti da un milione di apparecchiature, in dieci anni.

Nell’ultima seduta del CdA sono stati approvati gli appalti per la sostituzione dei primi 240mila contatori da installare nelle province di Taranto e Brindisi. Importo a base d’asta è di 21,2 milioni di Euro, di cui 8 milioni per l’approvvigionamento dei primi centomila smart meter e 13,2 milioni per l’installazione.

Successivamente la sostituzione avverrà gradualmente su tutto il territorio regionale.

Smart Metering AQP porterà con sé numerosi vantaggi, tra cui: la fatturazione a conguaglio, la possibilità di accesso ai consumi attraverso apparecchiature mobile, l’ottimizzazione della gestione delle reti idriche.