VIDEO/ Zone Industriali, al Consorzio Asi 10milioni di euro di finaziamenti per infrastrutture a Brindisi, Ostuni e Fasano

0
28

Lo scorso 25 settembre si è conclusa la procedura negoziata con la quale la Regione Puglia, Sezione Competitività e ricerca dei Sistemi Produttivi dell’Assessorato allo Sviluppo Economico, ha assegnato 50 milioni di euro alle ASI (Aree di Sviluppo Industriale) pugliesi per la loro riqualificazione, finalizzata all’attrazione di nuovi investimenti. Nella mattinata di oggi, martedì 1 ottobre 2019, Domenico Bianco, Presidente del Consorzio Asi Brindisi ha raccontato nel corso di una conferenza stampa tenutasi in sede Asi alla presenza dei Sindaci interessati, le origini della nascita della destinazione fondi e ha illustrato come il Cda brindisino sia riuscito ad ottenere 10 milioni di euro spendibili nelle zona industriali di Brindisi, Ostuni e Fasano e quali sono questi interventi che saranno finanziati.
I fondi assegnati derivano dal Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020 Patto per la Puglia.
Il 10 settembre 2016 fu sottoscritto il “Patto per la Puglia” ai sensi delle delibere CIPI n. 25 e n. 26 del 2016. Il Patto prevede lo stanziamento di risorse complessive pari a 5,7 miliardi di euro, di cui 2,071 miliardi di risorse aggiuntive a valere sul fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020 (3,5 miliardi di euro riguardano una parte delle risorse programmate a valere sul programma comunitario POR Puglia 2014-2020).
La procedura ha visto le cinque ASI Pugliesi (Consorzio Asi) competere con progetti per un totale di 100 milioni, finalizzati alla realizzazione di interventi ad elevato contenuto innovativo, creando “Propototipi” capaci di orientare il sistema istituzionale e socio economico verso moduli di governance delle areee industriali più evoluti rispetto al passato.
La procedura negoziata ha inteso innescare un processo di innovazione sotto il duplice aspetto dei contenuti e della metodologia applicata per l’assegnazione dei finanziamenti.
In relazione alla metodologia applicata dall’Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia il bando ha sperimentato un approccio partecipativo del tutto innovativo, che rappresenta una sostanziale innovazione nei rapporti regione enti-pubblici.
In questo senso il consorzio Asi Brindisi ha svolto attività di consultazione dei comuni di Brindisi, Ostuni, Fasano e Francavilla Fontana, della provincia di Brindisi, delle imprese insediate delle Associazioni Datoriali e delle organizzazioni sindacali in collaborazione con il DiTNE – Distretto Tecnologico Nazionale sull’Energia.
Al momento dell’assegnazione dei fondi il Consorzio Asi di Brindisi è riuscito ad attrarre a se 10 milioni di euro da ripartire nei seguenti interventi:
– Completamento della viabilità a servizio della Zona Industriale di Ostuni con un importo di un € 1.038.850,10
– Realizzazione del tronco di adduzione idrica, primo anello di distribuzione e parte della viabilità di Piano Regolatore Territoriale ASI a servizio della Zona Industriale di Fasano Sud per un importo di € 2.999.113,57
– miglioramento del servizio di produzione e distribuzione acqua industriale dell’invaso del Cillarese di Brindisi con un importo di € 1.959000
– Interventi per la ristrutturazione ed ampliamento della fognatura pluviale nell’agglomerato industriale di Brindisi con un importo di € 1.700.000
– Efficientamento e razionalizzazione del sistema di distribuzione delle acque di provenienza AQP Acquedotto Pugliese all’interno della Zona Industriale di Brindisi per un importo di €799.368,00
– Realizzazione di un impianto di trattamento acque del invaso del Cillarese. Copertura con pannelli fotovoltaici di parte delle vasche di accumulo delle acque trattate, con un importo di €1.215.527, 21

A breve videoservizio con intervista