Cronaca

In giro in auto senza assicurazione e revisione, sequestrata vettura e multa al conducente

MESAGNE – In questo periodo Natalizio che vede un accresciuto movimento di persone, gli agenti del Commissariato di Mesagne hanno attuato una serie di controlli finalizzati a garantire una maggiore sicurezza ai cittadini e ai turisti che si trovano nella cittadina messapica.

Nel corso di controlli del territorio gli agenti della volante nel tardo pomeriggio di ieri hanno sottoposto a sequestro un’autovettura condotta da un giovane del posto trovata non in regola con l’assicurazione e con la revisione obbligatoria. A carico del conducente elevate anche le sanzioni amministrative previste dal codice della strada.

Sempre ieri pomeriggio personale del Commissariato di Mesagne ha effettuato un controllo ad un autobus turistico che doveva accompagnare 50 alunni e tre docenti nella Città di Lecce; il controllo era reso possibile grazie alla sensibilità della scuola che si curava di partecipare il Commissariato della propria iniziativa.

Il controllo veniva effettuato ai fini della sicurezza per tutti gli utenti e nasceva con l’obiettivo di ridurre il numero delle vittime e degli incidenti stradali, in adesione al Piano d’Azione Europeo 2011-2020, al quale il Ministero dell’Interno ha aderito, attraverso lo svolgimento di operazioni congiunte per il contrasto delle violazioni al Codice della Strada.  

Il controllo in argomento, oltre a verificare la parte documentale era mirato al controllo specifico delle condizioni dell’autobus (dotazione di bordo, controllo estintore, sistemi di ritenuta, apertura e chiusura porte, martelletti frangi vetro, Kit pronto soccorso e stato di usura pneumatici), nonché controllo specifico in materia di tempi di guida e riposo del conducente cosi come previsto dal Reg. (CE) n.561/2006.  Dal controllo non emergevano violazioni e la scolaresca è partita regolarmente.

Nelle ore serali invece particolare attenzione viene dedicata anche ai controlli delle numerose strutture ricettive, per verificare che eventuali intrattenimenti si svolgano in maniera normale, senza che l’attività economica debba essere motivo di disturbo al riposo delle persone o ad altre occupazioni. In questo senso un intervento intorno le ore 23:15 presso un bar per invitare il titolare ad abbassare il volume dei diffusori di musica che risultavano essere motivo di disturbo per alcuni vicini. Intervento rapidamente svolto per la sensibilità dimostrata da tutte le parti interessate.

Comment here