Politica

Quarta (FI): “L’amministrazione della vergogna aderisce solo in extremis al banco farmaceutico”

Ho avuto il piacere di partecipare ad una bella iniziativa dell’associazione che organizza il “tuffo di Capodanno”. Ancora una volta il ricavato è stato destinato a scopi benefici e quest’anno, in particolare, si è privilegiato il “Banco Farmaceutico”. Si tratta di una associazione che opera a livello nazionale e che si pone come obiettivo l’aiuto a chi non ha le possibilità economiche per curarsi.

Il “Banco Farmaceutico” è attivo per tutta la settimana e chiunque potrà donare un farmaco recandosi presso le farmacie che hanno aderito all’iniziativa.
La cosa che risulta inaccettabile è che l’Azienda farmaceutica comunale di Brindisi abbia inteso aderire a questa iniziativa così importante solo versando la quota di partecipazione ma di fatto non raccogliendo neanche un farmaco da donare. Una scelta che l’amministratrice della società partecipata ha inteso fare, svilendo il ruolo e le funzioni che spettano ad una farmacia pubblica.
“Nella mia veste di consigliere comunale di Forza Italia” aggiunge Quarta, “ho deciso di fare volontariato nella giornata di oggi presso la
Farmacia Cannalire di Brindisi che ha, invece, aderito operativamente all’iniziativa proprio per il Banco Farmaceutico.
Allo stesso tempo, nell’apposita commissione consiliare, ho fatto una proposta che può risultare utile per non privare i cittadini di Brindisi di un servizio pubblico come quello delle farmacie comunali. In sostanza, ho proposto (ma da parte dell’Amministrazione Comunale c’è il solito silenzio assoluto) di vendere solo il 49% delle farmacie comunali. Il restante 51% resterebbe nelle mani del Comune, mentre il privato si occuperebbe della gestione e nominerebbe l’amministratore. Sono fermamente convinto che l’operazione potrebbe andare in porto senza provocare danni alle casse comunali, atteso che le farmacie comunali hanno una capacità di crescita di tre volte rispetto all’attuale fatturato.
E’ solo una questione di volontà politica che, evidentemente, questa Amministrazione Comunale non vuole mettere a disposizione degli interessi dei cittadini”

Dott. Gianluca Quarta – consigliere comunale di Forza Italia

Comment here