AttualitàEconomia

Auchan-Conad, a Mesagne cassa integrazione per 166 lavoratori. Oggi sindacati a Roma

MESAGNE – Sempre più indecifrabile la vertenza Auchan, che vede in tutta Italia circa 9000 lavoratori a rischio, centinaia in Puglia.

Margherita Distribuzione, la società facente capo a Conad che ha acquisito Auchan e Sma, ha avviato la procedura per avviare la cassa integrazione per 8873 dipendenti collocati nelle regioni Puglia, Campania, Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Sardegna e Veneto.

Nella giornata di oggi, dovrebbe avvenire un incontro, che si prospetta alquanto delicato e di complessa risoluzione, a Roma con i sindacati di CISL, CGIL E UIL, in cui si discuterà la della procedura di mobilità aperta dell’impresa.

La trattativa, dunque, deve ripartire da un accordo ben definito di gestione della vertenza. Accordo che secondo la CGIL l’impresa avrebbe di fatto negato in passato, imponendo le proprie posizioni al tavolo. Il sindacato sostiene, inoltre, che mancherebbe un piano di salvaguardia occupazionale e che l’impresa non avrebbe ancora chiarito quante persone possono essere ricollocate nella rete Conad.

Nella regione, la situazione è decisamente è complicata, perché sono subentrare due diverse società: Ermese e Margherita Distribution. A Mesagne è stata aperta la procedura per l’ottenimento della cassa integrazione per 166 dipendenti.

Tommaso Lamarina

Comment here