AttualitàSocialeTerritorio

Il coronavirus non ferma la solidarietà: “Cuore di donna” dona agli ospedali lombardi, veneti e pugliesi

L’Associazione Cuore di Donna con sede a Casazza, provincia di Bergamo, operante con diverse delegazioni sul territorio nazionale, ha deciso di sostenere  in questo momento di difficoltà gli ospedali dei territori in cui opera. Dal cuore generoso di queste donne, che hanno vissuto momenti difficili nella loro vita a causa di un cancro, arriva l’idea di devolvere parte dei fondi che vengono raccolti sui singoli territori, attraverso iniziative di diversa natura, agli ospedali di Bergamo e Brescia, le città Lombarde che stanno soffrendo più di tutti in termini di perdite umane, città simbolo e fulcro dell’emergenza italiana, ma anche all’ospedale “A. Perrino” di Brindisi e Aulss 9 scaligera Mater Salutis di Legnago (Vr), città nelle  quali operano da anni delegazioni dell’associazione.

“Abbiamo pensato con le donazioni agli ospedali e con un ulteriore contributo che tutte le delegazioni hanno deciso di donare direttamente a Regione Lombardia , di dare un segno tangibile e forte di unità Nazionale non solo nella lotta contro il cancro. Queste donazioni sono frutto dei sacrifici di tutte le forze in campo, dal direttivo, alle volontarie,  ai nostri sostenitori, nonché di raccolte fondi destinate a progetti da cui si dovrà per realizzarli ripartire da zero, ma la generosità è dare di più di quello che si può. – dice Myriam Pesenti, Presidente Nazionale di Cuore di Donna, Responsabile anche della Delegazione di Bergamo – aggiungendo che i fondi donati alle Aziende sanitarie territoriali e a Regione Lombardia che ammontano complessivamente ad € 33.000,00 serviranno  per l’acquisto di tutto ciò che in questo momento occorrerà per affrontare l’emergenza”. “Il nostro contributo è una goccia in un oceano sconfinato  – dice Tiziana Piliego responsabile della delegazione provinciale di Brindisi – ma questa tragica occasione ci offre la possibilità di concretizzare sul territorio locale, quello che in questi anni è stato donato”.

Il gesto, che arriva da un territorio che piange diverse vittime, assume un valore importante di solidarietà senza confini che auspichiamo possa dare un po’ di respiro a tutta la situazione nazionale.

Comment here