CronacaNotizie in primo piano

Brindisino tenta di spararsi in piazza Santa Teresa, bloccato ed arrestato dai Carabinieri

BRINDISI – Gesto estremo per un noto 42enne di Brindisi, che nel pomeriggio ha tentato il suicidio in pieno centro. I Carabinieri, dopo un lungo dialogo, lo hanno fatto desistere. L’uomo però è stato condotto in ospedale a seguito di un malore.

Momenti di tensione nel tardo pomeriggio di oggi (30 aprile), quando, intorno alle 18:40, Francesco Margherito, 42enne di Brindisi, peraltro molto conosciuto in città in quanto facente parte tifo organizzato del Brindisi Calcio, in evidente stato di agitazione, ha raggiungo Piazza Santa Teresa, nel cuore del Centro Storico di Brindisi, e, posizionatosi sul cornicione che sovrasta la ‘Fontana dell’Impero’, armato di pistola semiautomatica Beretta cal. 7.65 e con matricola abrasa, ha minacciato di spararsi un colpo in bocca, allertando egli stesso i Carabinieri. Aveva nella sua disponibilità anche altre sei cartucce.

Sul posto, sono intervenuti i Carabinieri del NORM coordinati dal Tenente Marco Colì che hanno isolato la zona e, dopo 40 minuti di dialogo con l’uomo, sono riusciti a bloccarlo, facendolo desistere dal gesto. Subito gli è stata tolta la pistola, risultata vera e carica.

Successivamente, è stato condotto presso gli uffici della Caserma di Brindisi Centro dove è stato colto da un malore (pare soffrisse già di problemi cardiaci pregressi). Immediatamente è stato allertato il 118 che lo ha condotto presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Perrino dove è stato sedato e trattenuto dai militari, in attesa di essere trasferito nel carcere di Brindisi, per il reato di porto illegale di arma clandestina.

Le motivazioni sono ancora in fase di accertamento.

Nic. Lor. 

Tom. Lam.

Comment here