AttualitàEconomia

Crisi gruppo Dema, il Cobas organizza mercoledì manifestazione di protesta

BRINDISI – Riceviamo e pubblichiamo nota del sindacato Cobas, a firma di Roberto Aprile.

Il Sindacato Cobas lancia un appello a tutti per promuovere insieme una manifestazione di protesta della città e provincia di Brindisi per Mercoledì 27 Maggio, con appuntamento alle ore 6,30 alla fine di via Appia all’incrocio,  a sostegno degli oltre 300 lavoratori brindisini coinvolti dalla grave crisi del gruppo aeronautico Dema con una marcia simbolica per il lavoro da Brindisi a Bari.

La gravissima situazione in cui è precipitato il gruppo aeronautico Dema , acquistato di recente da un fondo anglo-americano, ha dei pesanti riflessi sul  territorio brindisino coinvolgendo oltre 300 lavoratori tra gli stabilimenti  Dema con oltre 100 operai e quelli ex GSE oggi diventati 2 aziende ,DAR e DCM, con 200 lavoratori.

La  crisi aziendale del Gruppo aeronautico Dema oggi precipita a causa  dei debiti accumulati nei confronti dell’Inps , avvenuti prima dell’acquisto della società da parte dei fondi, stimati nella cifra di 38 milioni di euro.

La società ha fatto una proposta di restituzione in 10 anni ma l’Inps ha risposto che per legge il massimo è 5 anni.

Questa situazione  può portare nelle prossime settimane al fallimento della società Dema su possibile decisione del Tribunale di Nola in Campania , con pesanti risvolti per l’occupazione.

A questa già di per se difficile situazione si  aggiungono  gli effetti  della crisi mondiale del settore aeronautico dovuta al Coronavirus e l’atteggiamento opportunistico di società aeronautiche come Leonardo che da anni  sottraggono sempre più attività lavorative   al territorio brindisino.

Sarà difficile uscirne senza un deciso intervento  di carattere governativo.

La marcia per il lavoro ha l’obiettivo di chiedere al Governo Nazionale e Regionale risposte precise.

La nostra proposta è articolata così:

Mercoledì 27  Maggio alle ore 6,30  appuntamento all’incrocio di via Appia.

Partenza   in corteo alle ore 7,00 , rispettando  le misure nuove adottate dal Governo,  per un paio di Chilometri fino alla prima Benzina per Bari .

Da lì prendere le macchine e partire per Bari.

Arrivati sul Lungomare di Bari lasciare le macchine ed un nuovo corteo fino alla Presidenza della Regione Puglia.

Qui chiedere di incontrare il Presidente della Regione Puglia , Michele Emiliano,  al quale chiedere un sostegno forte e deciso presso il Governo  per salvaguardare l’occupazione del territorio brindisino.

Dopo questa iniziativa dobbiamo puntare  a realizzare , certi di aver costruito  un ampio fronte sociale ,  una manifestazione a Montecitorio  dove chiedere direttamente un incontro con il Presidente del Consiglio, Giuseppe  Conte, ed il Ministro del Lavoro, Stefano Patuanelli, per chiedere vere soluzioni  a questa disastrosa situazione.

Comment here