CronacaNotizie in primo piano

VIDEO/Sfratto parco Bove, “Masiello: la signora non ha diritto a sanatoria. PM ha ordinato sgombero ma comune vuole trovare soluzione alternativa”

Personale del 118, Polizia locale, Vigili del fuoco e forze dell’ordine davanti alle baracche di Parco Bove a Brindisi dove da stamattina è in atto lo sgombero coatto disposto dal Tribunale di Brindisi per una famiglia nella quale ci sono due minori che si è barricata all’interno perché non ha intenzione di abbandonare casa. Lo sfratto è stato ritenuto eseguibile perché  il capo famiglia non è riuscito a dimostrare di occupare quell’alloggio da almeno dieci anni.
Il sindacato Cobas, in una nota stampa pubblicata da Brindisicronaca due giorni fa aveva descritto così i fatti: ““Una famiglia residente da tanti anni a Parco Bove sta per essere sfrattata dalle baracche di Parco Bove di proprietà del Comune di Brindisi perché il tribunale di Brindisi, su ordine del Giudice Negro, la considera abusiva. La famiglia , padre , madre, 2 bambini uno di 6 anni e l’altro di 1 anno e mezzo riescono a dimostrare la loro presenza solo da 9 anni nonostante fossero dentro da più di 10 anni, cosa che le permetterebbe di avere titolo a rimanere dentro. La madre sta per essere trasferita a Latiano in una casa famiglia dove costerebbe al Comune di Brindisi più di 100 euro al giorno. La maggior parte dei residenti paga l’affitto al Comune di Brindisi ed abbiamo evitato in questi giorni  lo sfratto per altre famiglie , questa era l’ultima”

Comment here