Cronaca

“Le ‘corse’ che non ti aspetti: il pericolo concreto di via Irpinia a Mesagne. Corriamo ai ripari”

MESAGNE – “Sembra di stare in un circuito di F1. Siamo preoccupati per bambini ed animali. Più volte abbiamo sollecitato il Comune affinchè intervenisse, ma non siamo stati presi in considerazione”. E’ la voce all’unisono di diverse famiglie residenti in via Copernico a Mesagne, esasperati del continuo via-vai di auto sfreccianti in via Irpinia, strada adiacente alle proprie abitazioni.

La situazione in cui versa via Irpinia, nei pressi di parco Potì, non è da sottovalutare. Sono anni che i cittadini della zona denunciano all’Ente comunale diversi episodi di pericolo, in quanto sovente la strada è percorsa da automobili, motocicli e quant’altro che sfrecciano ad elevatissima velocità. Ciò costituisce, ovviamente, un serio pericolo per la incolumità di tutti i fruitori della zona. Basti pensare che via Irpinia è percorsa a piedi sia per raggiungere l’area mercatale, sia il parco Potì. Quest’ultimo, come noto, è frequentato soprattutto da ragazzi e bambini, anche di tenera età. Alcuni cittadini di Mesagne hanno già evidenziato, più volte, la pericolosità della strada in questione al Comando della Polizia Locale (anche con un sorta di petizione debitamente sottoscritta), ma inutilmente. Una ennesima lettera a fine agosto 2019, infine, è stata inviata direttamente al Sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli, e per conoscenza anche al Comandante della Polizia Locale ed al Comandante dei Carabinieri, in cui si chiedeva l’adozione di ogni opportuno accorgimento atto ad evitare situazioni di concreto pericolo per i cittadini di via Irpinia e zone limitrofe, auspicando che ciò venga fatto in tempi brevissimi, onde evitare, come spesso succede, che si corra ai ripari quando è oramai accaduto l’irreparabile.

“Non vogliamo assolutamente – lamentano i residenti della zona in questione – che via Irpinia diventi la nuova Viale Indipendenza della prima decade del 2000, quando per anni la gente è deceduta a causa degli incidenti per l’alta velocità. Ad oggi, le nostre rimostranze e petizioni sono state del tutto ignorate da chi di dovere. Come se non bastasse, vi è uno spregiudicato rimbalzo di responsabilità tra le varie arterie istituzionali cittadine. Inoltre, non sono da sottovalutare anche il fastidiosissimo inquinamento acustico nelle ore notturne, causato da auto e moto sfreccianti a tutta velocità, e l’abbandono sconsiderato di rifiuti nel terreno incolto di via Irpinia, con annesso odore nauseabondo. Crediamo che l’installazione di telecamere sia d’uopo”.

Comment here