PoliticaRegionali

Piano sanitario Coronavirus. Bozzetti (M5S): “Grazie al Governo raddoppiati i posti di terapia intensiva”

“Grazie al Governo nazionale è stato possibile il raddoppio di posti letto di terapia intensiva nel nuovo piano sanitario Coronavirus presentato dalla Giunta regionale la scorsa settimana. È stato lo stesso Governo infatti a dettare alle Regioni le linee di indirizzo organizzative per il potenziamento della rete ospedaliera per emergenza Covid-19, imponendo una dotazione pari a 0,14 posti letto di terapia intensiva per mille abitanti e investendo le relative risorse finanziarie. Uno dei pochi aspetti positivi di questo piano, che presenta numerose criticità, non è ovviamente frutto del lavoro della Giunta”. Lo dichiara il consigliere del M5S Gianluca Bozzetti.
Con la Circolare dello scorso 29 maggio, sono stati destinati alla Regione Puglia 100 milioni di euro al fine di aumentare i posti di terapia intensiva, semi-intensiva, di emergenza-urgenza e quelli relativi all’emergenza territoriale.

“Un intervento importante quello del Governo – precisa Bozzetti – che intende porre rimedio, oltre che ai tagli alla sanità effettuati da tutti i governi precedenti, anche ad un piano di riordino regionale, e più in generale ad una gestione della sanità pugliese, totalmente fallimentare. A 3 anni dall’approvazione del piano di riordino infatti, poco o nulla è stato sino ad ora realizzato e la provincia di Brindisi è stata oltremodo penalizzata: 2,7 posti letto per 1000 abitanti, contro una media regionale di 3,4 e ben al di sotto delle previsioni del D.M. 70 di 3,7 posti letto. Un dato che scende ulteriormente dal momento che si è proceduto alle dismissioni di reparti e presidi senza attivare i nuovi servizi. Un disastro iniziato con Fitto e proseguito con il centrosinistra: per far quadrare i bilanci si è preferito tagliare su servizi e posti letto invece che ridurre gli sprechi, mentre contestualmente venivano aumentati gli stipendi ai direttori delle Asl. Più che fare campagna elettorale con gli interventi e le risorse finanziarie del Governo centrale, occorre impegnarsi per uniformare il sistema – conclude Bozzetti – sulla scorta di quanto fatto dal Ministero, che ha aumentato in maniera proporzionale i posti letto di terapia intensiva che, per la Provincia di Brindisi, passano da 16 a 55. Questo dato la dice lunga sullo stato in cui era ridotta la nostra sanità”.

Comment here