Attualità

Ennesimo DPCM di Conte: scuolabus a pieno carico e ok ricongiungimento coppie che vivono in Paesi diversi

ROMA – Altro DPCM di Conte dopo quello di agosto. Da oggi (7 settembre) le misure restrittive adottate in estate saranno prorogate fino al 30 settembre, ma aumenta la capienza sui mezzi pubblici. Via libera al ricongiungimento di coppie che vivono in Stati differenti e tamponi obbligatori per chi rientra dai Paesi a rischio.

Arriva da oggi l’obbligo di tamponi per chi rientra in Italia dai 16 paesi ritenuti a rischio, confermando quanto previsto dall’ordinanza del Ministero della Salute, lo scorso 12 agosto. Confini aperti per tutti coloro i quali hanno eseguito il tampone tre giorni prima del rientro in Italia o, in alternativa, tampone da eseguire in aeroporto, entro 48 ore dal rientro. Confermato anche l’obbligo di mascherine in luoghi al chiuso ed all’aperto; nell’ultimo caso solo se c’è il rischio di un assembramento e non si può garantire il distanziamento di un metro. Sono esentati i bambini fino a 6 anni e disabili.

Mascherine obbligatorie anche sui mezzi pubblici, sui quali è stata aumentata la capienza fino all’80% e l’installazione, qualora non fosse possibile far rispettare il distanziamento, di paratie. Pieno carico, invece, sugli scuolabus, ma solo se i bambini restano sul mezzo massimo 15 minuti, con mascherine da calzare alla salita dello scuolabus per bambini superiori ai 6 anni.

Ricongiungimento anche per le coppie che risiedono in Stati differenti. Infatti, è consentito l’ingresso sul territorio nazionale per “raggiungere il domicilio, l’abitazione e la residenza di una persona, anche non convivente, con la quale via sia una stabile situazione affettiva”.

Comment here