CronacaNotizie in primo piano

Rapinarono Snai nel rione Bozzano dopo il tentativo con un benzinaio. Per due brindisini arriva la condanna

Si è concluso nella giornata di ieri, giovedì 10 settembre 2020, con una condanna a 4 di reclusione e 2mila euro di multa il procedimento penale a carico di  Giuseppe Ferrarese, coimputato insieme a  Marco Filomeno, di una tentata rapina perpetrata ai danni del distributore Eni di Via Provinciale per Lecce e di una rapina al punto Snai di Via Spagna, nel rione Bozzano di Brindisi, entrambe perpetrate in successione nella tarda serata del 17 maggio 2019 a bordo di una moto Honda sh125, rubata sette giorni prima, il 10 maggio, sempre in città..
Ferrarese, difeso dall’Avv. Emanuela De Francesco, ed il suo complice Filomeno dopo essere stati fermati quali responsabili delle azioni criminali, avevano confessato i fatti delittuosi ed erano stati rinviati a giudizio dal sostituto procuratore Francesco Carluccio. Giudicati con rito abbreviato, i due imputati sono stati quindi condannati dal Tribunale di Brindisi.
Secondo la ricostruzione dell’accusa, i due imputati, con volto travisato da passamontagna ed armati di pistola, avrebbero fermato la marcia della moto dopo essere scesi da una Fiat Panda, a bordo della quale ci sarebbero state altre tre persone mai identificate. Sette giorni la coppia sarebbe entrata in azione dapprima tentando una rapina ai danni del gestore della stazione di servizio Eni il quale riuscì a scappare dirigendosi verso la Questura. A distanza di poche ore avrebbero commesso la rapina al punto SNAI utilizzando una pistola Taser per minacciare la commessa costretta a consegnare il denaro. Comunicato la condanna, le motivazioni della sentenza saranno depositate nelle prossime settimane.

Comment here