Cronaca

Virus, nuova impennata: 301 casi in Puglia, di cui 22 nel brindisino. Attivato modulo esterno di Terapia Intensiva

BRINDISI – Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica 18 ottobre 2020 in Puglia, sono stati registrati 4633 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 301 casi positivi: 154 in provincia di Bari, 22 in provincia di Brindisi, 30 in provincia BAT, 75 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Lecce, 13 in provincia di Taranto, 1 attribuito a un residente fuori regione (1 caso di residenza non nota è stato riclassificato e attribuito). Sono stati registrati 3 decessi: 2 in provincia di Bari, 1 in provincia di Bat.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati  488.758 test, 5.517 sono i pazienti guariti e 5.233 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 11.385, così suddivisi: 4782 nella Provincia di Bari; 1060 nella Provincia di Bat; 874 nella Provincia di Brindisi; 2696 nella Provincia di Foggia; 940 nella Provincia di Lecce; 944 nella Provincia di Taranto; 85 attribuiti a residenti fuori regione; 4  provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 18.10.2020 è disponibile al link: http://rpu.gl/C5f0m

La Terapia intensiva al Perrino

La ASL comunica che “è stata autorizzata in queste ore dal direttore generale della Asl di Brindisi Giuseppe Pasqualone l’attivazione del modulo esterno di terapia intensiva dell’ospedale Perrino di Brindisi. Si tratta di una terapia intensiva e subintensiva dedicata esclusivamente ai malati di Covid. Il nuovo reparto di terapia intensiva ha a disposizione 28 posti letto distribuiti in 14 stanze di degenza dotate di ventilatori polmonari, monitor multiparametrici con stazione di controllo centralizzata e altre apparecchiature mediche necessarie per l’assistenza di pazienti Covid-19. La struttura, costituita da moduli prefabbricati assemblati in opera  realizzata dalla Protezione civile e consegnata poi alla Asl di Brindisi, è stata inaugurata nei mesi scorsi. Nelle prossime ore all’interno del modulo saranno trasferiti due pazienti affetti da Covid che attualmente si trovano nel reparto infettivi. La struttura risponde a criteri avanzati di: condizionamento e ventilazione a pressione negativa, con impianti elettrici protetti con gruppo di continuità, impianti di gas medicali, rilevazione fumi e antincendio, videosorveglianza ed ogni altro impianto necessario alla completa funzionalità. La “pressione negativa” è fondamentale poiché non permette agli agenti patogeni di uscire dalla struttura e prevede un ricambio d’aria completo in 10 minuti. Un tunnel interno consente il collegamento all’ospedale. Questi 28 posti di terapia intensiva – spiega il direttore generale della Asl di Brindisi, Giuseppe Pasqualone – si aggiungono agli otto già disponibili al Perrino. In più, tra l’ospedale di Brindisi e quello di Ostuni, abbiamo altri 22 posti letto di terapia subintensiva respiratoria”.

Comment here