Cronaca

Nuovo DPCM: i sindaci potranno chiudere le strade. Forza Italia attende circolari esplicative

BRINDISI – Altro DPCM del Premier Conte, finalizzato al contrasto della diffusione del virus, alla luce degli innumerevoli contagi degli ultimi giorni. Ve lo proponiamo in sintesi.

I sindaci potranno chiudere vie e piazze dove si possano creare assembramenti dopo le 21:00, consentendo l’accesso ai residenti e a chi vi svolge attività professionali; tutte le attività di ristorazione potranno tenere aperto dalle 5 alle 24, se il consumo avviene ai tavoli: altrimenti solo fino alle 18:00; le consegne a domicilio non hanno vincolo di orario; un massimo di sei persone per tavolo nei ristoranti, e affissioni all’esterno che indichino il numero massimo della capienza; nessuna limitazione alle attività di ristorazione in ospedali, aeroporti, lungo le autostrade; le sale gioco e bingo possono restare aperte fino alle 21:00; le attività scolastiche proseguono in presenza, ma nelle scuole secondarie di secondo grado verranno favorite modalità più flessibili, con ingressi alle ore 9 e se possibili turni pomeridiani; le università dovranno essere in grado di adattarsi agli sviluppi; non sono consentite competizioni dell’attività sportiva dilettantistica; sono vietate sagre e fiere locali, e consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale; sono sospese le attività convegnistiche; alle palestre daremo una settimana per verificare il rispetto dei protocolli, e in caso di verifiche insoddisfacenti la loro attività sarà sospesa.

I dubbi di Forza Italia

Perplessità da parte di Mauro D’Attis, onorevole di Forza Italia: “Insomma – commenta il parlamentare – per evitare di essere quello che chiude con altro lockdown, dopo aver mandato messaggi di comprensione e affetto a tutti gli italiani che saranno penalizzati ma ai quali non prevede di dare 1 euro, il Presidente del Consiglio, allo stato, scarica tutta la responsabilità alle Regioni e ai poveri sindaci dei comuni italiani. Fate un sondaggio fra i vostri conoscenti e provate a capire quanti hanno capito fino in fondo cosa realmente decide questo DPCM. Aspetteremo le circolari esplicative. Come sempre”.

Comment here