Attualità

Rotatoria tra via Provinciale per Lecce e viale Arno, c’è il progetto da quasi 400mila euro

BRINDISI – Un progetto da 381mila euro prevede la realizzazione di una rotatoria tra via Provinciale per Lecce e viale Arno, onde consentire maggiore viabilità, anche in relazione agli imbarchi per la Grecia. Palazzo di Città licenzia il bando per la realizzazione dell’opera.

II progetto prevede la realizzazione di una rotatoria per la regolazione del traffico all’incrocio tra via Provinciale per Lecce e viale Arno, esattamente nella zona di congiunzione tra la S.S. 379, l’area di Sviluppo Industriale, le banchine di imbarco per la Grecia e la citta di Brindisi.

Nell’intersezione in questione, in quasi tutte le ore della giornata, si registra uno stress del traffico non indifferente, con problemi che investono anche l’accesso/uscita del traffico automobilistico e di trasporto medio pesante che è diretto all’imbarco con la Grecia. Per risolvere la tale criticità, l’Amministrazione comunale di Brindisi ha deciso di intervenire, al netto anche dell’elevata pericolosità del tratto viario e degli incroci esistenti, per i quali, nonostante la segnaletica esistente, non si è ottenuto un sufficiente standard di sicurezza.

La rotatoria avrà un diametro esterno di 47 metri e un diametro interno di 33, realizzando una carreggiata in rotatoria a singola corsia da 7 metri. L’intervento implica implica l’occupazione di porzioni di suoli limitrofi alla sede stradale, parte di proprietà comunale ed in parte da acquisire al patrimonio comunale tramite l’avvio della procedura espropriativa. I  marciapiedi  perimetrali  verranno  pavimentati  con masselli  di calcestruzzo autobloccanti, mentre il piazzale centrale della rotatoria sarà in parte pavimentato con gli stessi masselli autobloccanti ed in parte adornato con essenze vegetali, in apposite aiuole, con cespugli di altezza modesta per non inficiare la visibilità, ma atti a rendere ornata l’opera stradale che occupa un’ampia superficie all’ingresso della citta.

L’illuminazione pubblica della rotatoria verrà effettuata mediante una torre faro costituita da un palo di dodici metri fuori terra ed un corpo illuminante superiore a forma circolare contenente quattro lampade a LED da 100 W.

I costi

Importo lavori a base d’asta= 278.219,31euro; oneri per la sicurezza diretti= 4.133,31 euro; oneri per la sicurezza indiretti a corpo= 6.000,00 euro; imprevisti, verde urbano, rilievi ed accatastamenti= 5.000,00 euro; spese tecniche= 5.767,05 euro; direttore lavori e coordinatore sicurezza in esecuzione= 13.200,00 euro; spese per la pubblicita di gara= 3.309,41 euro; per spostamento sottoservizi= 19.000,00 euro; espropri= 10.000,00 euro; IVA lavori 10%= 28.835,26 euro; IVA per spostamento sottoservizi 22%= 4.180,00 euro; C.N.P.A.I.A. 4% B3)= 528,00 euro;         IVA 22% B3) e 89)= 3.020,16 euro.

Tommaso Lamarina

Comment here