Attualità

“E’ arrivato il momento di porre al centro del dibattito politico il giusto valore della sicurezza”

A quarant’anni dall’avvento del Sindacato dei Poliziotti dopo un programmato e approfondito lavoro di studio analisi dell’evoluzione del nostro lavoro e confronto con la base e le istituzioni il Siap ha presentato un manifesto sindacale che spazia dalla rivendicazione stipendiale per il rinnovo del contratto di lavoro scaduto da oltre due anni a un ambizioso progetto teso a restituire dignita’ professionale personale economica agli operatori di polizia al loro ruolo e funzioni preso atto dell’evoluzione culturale e sociale dei poliziotti che certamente non possono piu’ essere considerati come ‘Polizia al servizio del Re ma Polizia al servizio dei cittadini’ .

Lo annuncia in una nota Giuseppe Tiani Segretario Generale Nazionale del Siap. Contratto diritti doveri tutele e specificita’ sono le parole d’ordine della piattaforma rivendicativa per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro 2019-2021 che abbiamo inviato al Presidente del Consiglio Draghi ai Ministri della Pubblica Amministrazione Interno Economia Lavoro e Politiche Sociali Giustizia e Difesa nonche’ ai vertici delle forze di Polizia.

La difficile fase che viviamo – prosegue il sindacalista – interseca un momento cruciale per la storia della sicurezza del Paese la drammatica crisi economica e occupazionale gia’ pressante e’ stata amplificata da una sempre piu’ insostenibile crisi epidemiologica e sanitaria. Le donne e gli uomini dei comparti sicurezza difesa e soccorso pubblico nonostante falcidiati da anni di tagli economici piani di razionalizzazione degli uffici periferici oltre il patito gravoso blocco del turn over restano l’unico collante in grado di garantire le liberta’ individuali e collettive i diritti di cittadinanza e della sicurezza delle nostre comunita’ .

E’ arrivato il momento improcrastinabile di porre al centro del dibattito politico e delle politiche programmatiche e di bilancio del Governo il giusto valore della sicurezza – conclude Tiani – intesa come investimento nell’interesse del Paese e non come un costo un paradigma da cui devono discendere tutte le scelte necessarie e urgenti finalizzate a fornire gli adeguati strumenti finanziari di riforme normativi e di tutela agli operatori chiamati a mantenere l’elevato standard qualitativo universalmente riconosciuto alla Polizia italiana nonostante il fiato ormai corto per le incondivisibili visioni errori di certa politica.

Comment here