Sport

Il segretario del Brindisi FC replica a Palazzo: “Dette falsità circa il mio ruolo”

BRINDISI – Riceviamo e pubblichiamo integralmente una nota a firma di Jacopo Sticchi, Segretario Generale del Brindisi FC, dopo le dichiarazioni al vetriolo rilasciate dell’ex attaccante biancazzurro, Loris Palazzo.

Con la presente scrittura si trasmette nota relativa alla dichiarazione rilasciata dal Sig. Loris Palazzo alla trasmissione LuNeDì Puglia nei confronti del sottoscritto. Si è preso nota che il suddetto Palazzo, attuale tesserato dell’US BITONTO CALCIO, e già calciatore della SSD BRINDISI FOOTBALL CLUB nell’attuale stagione sportiva, abbia asserito alcune affermazioni che tendono a ledere e arrecare danno alla figura e al ruolo ricoperto da chi scrive. Con tale nota si precisa che le parole di Palazzo non corrispondono a verità, e che relativamente all’operato del sottoscritto risultano infondate. Nello specifico si fa riferimento all’affermazione in cui egli sostiene che a Brindisi, durante la sua permanenza, siano mancate alcune figure di riferimento tra cui quella del segretario ricoperta dalla mia persona, motivo per il quale, a dire di Palazzo, il precedente Responsabile Prima squadra compilasse e stampasse distinte personalmente prima della gara. Quanto appena detto corrisponde completamente a falsità in quanto il Sig. Palazzo non ha potuto mai constatare di persona quanto dichiarato sopra. Infatti solo successivamente al suo trasferimento al Bitonto, in alcune circostanze, causa covid, chi scrive è stato costretto a saltare in via precauzionale determinate trasferte ritenute maggiormente a rischio contagio così come fatto anche da altri miei colleghi, ma ciò non avvale quanto da egli sostenuto in quanto la programmazione delle trasferte stesse e la compilazione delle distinte veniva effettuata da remoto dal qui presente con la collaborazione, sul posto, del dirigente accompagnatore senza dunque far venire mai meno l’apporto professionale. Concludo affermando che chiunque abbia disaccordi in sospeso con la società, è preferibile li risolva privatamente senza riversare, soprattutto in contesti di dominio pubblico quali trasmissioni, tali dissapori su chi lavora con grande passione e professionalità 365 giorni all’anno e 24 ore al giorno anche quando, a dir di qualcuno, non presente sul ‘campo’.

Comment here