Seleziona Pagina

Dalla Polisportiva Bozzano alla Serie A1 donne, la 17enne brindisina Alessia Vitali nel roster della Magnolia Basket Campobasso

Dalla Polisportiva Bozzano alla Serie A1 donne, la 17enne brindisina Alessia Vitali nel roster della Magnolia Basket Campobasso

Arrivare alla vetta è difficile, confermarsi lo è ancor di più, esserlo da protagonista non era affatto scontato. Per la cestista brindisina Alessia Vitali, promessa classe 2005 nata play e nel tempo trasformata in ala, da questa stagione si sono ufficialmente aperte le porte della Serie A1 di basket femminile. Il talento nato nel florido vivaio della Polisportiva Bozzano Brindisi e cresciuto sotto l’ala protettrice di coach Rosaria Balsamo, è inserita nel roster della La Molisana Magnolia Campobasso, società ambiziosa e che rappresenta un modello di gestione familiare e professionale applicata al professionismo. Alessia, a dire il vero, è in Molise già da un anno, ma ha partecipato al campionato di Serie B con la seconda squadra biancoblu, e di tanto in tanto aggregata alla prima squadra con qualche spezzone disputato per fare esperienza. Quest’anno, la consacrazione, con la scelta di coach Sabatelli di puntare su di lei per raccogliere risultati importanti nella massima categoria. Dopo il minibasket con l’ Aurora Brindisi, la sua vita agonistica si è sempre dipanata nelle fila della Polisportiva Bozzano, la piccola Alessia si è fatta notare sui campi di tutta la Penisola, raccogliendo con la Under13 ben due titoli regionali di fila e una finale nazionale. Un risultato frutto di quella grande famiglia che è la società guidata dalla presidentessa Cristina Carone, assieme allo staff tecnico e dirigenziale. La scalata di Alessia Vitali (figlia di Fabio e Titti Campese) è frutto del destino. Durante la fermata dei campionati regionali a causa del Covid, viene mandata in B nazionale nelle fila della Pallacanestro Taranto, dove coach Fabio Palagiano ha creduto e plasmato questa ragazza, e dopo una esperienza da protagonista in riva allo Jonio dove si è fatta le ossa giocando assieme alle “grandi”, grazie ai contatti dello stesso Palagiano che ha fatto da tramite con i dirigenti del Campobasso, è arrivata l’occasione della vita, il famoso treno atteso per tanto tempo e preso al volo. Dopo la gavetta in cadetteria con tanti punti e una maturazione fisica che l’ha portata a cambiare ruolo adattandosi alla grande, ora la consapevolezza che si può restare nel Gotha. Quest’anno è nel roster della Serie A, mentre ha potuto esordire nel girone centrale della Serie B, realizzando ben 14 punti e trascinando le biancoblu: “Siamo orgogliosi di questo traguardo perché Alessia è nata qui nel Bozzano – afferma la presidente Cristina Carone -, e ringrazio la società della Molisana per aver creduto nelle potenzialità di questa ragazza. È nata una bella collaborazione, e Alessia ha sempre avuto il basket nel sangue”. Gongola anche il coach e talent scout Rosaria Balsamo, orgogliosa di vedere la sua creatura calcare i parquet di tutta Italia, e sfidare le grandi squadre della Penisola grazie a quel lavoro certosino a livello tattico e umano compiuto negli anni più delicati

Circa l'autore