Francavilla Fontana, verso la realizzazione di una casa di comunità nell’ex fiera dell’ascensione

Francavilla Fontana, verso la realizzazione di una casa di comunità nell’ex fiera dell’ascensione

Una casa di comunità in pieno centro.
È questo il progetto sposato dall’Amministrazione Comunale che prevede la realizzazione di una nuova struttura sanitaria di prossimità a Francavilla Fontana.
Nelle scorse ore la Giunta Denuzzo ha approvato lo schema di contratto per la cessione in comodato d’uso gratuito alla ASL di Brindisi di una parte del complesso immobiliare dell’ex fiera per la realizzazione di una Casa di Comunità da realizzare con fondi del PNRR.
“L’ex fiera – spiega il Sindaco Antonello Denuzzo – tornerà presto ad essere al centro della nostra vita quotidiana. Grazie a questa intesa con la ASL Brindisi puntiamo a realizzare qui un polo della salute di prossimità cui i francavillesi potranno rivolgersi per ottenere delle prestazioni di qualità.”
La Casa di Comunità è una struttura polivalente che garantisce assistenza sanitaria primaria e attività di prevenzione. Ospiterà equipe di medici di medicina generale, pediatri, medici specialisti, infermieri e altri professionisti della salute (tecnici di laboratorio, ostetriche, psicologi, ecc.). Sarà dotata di un punto-prelievi e attrezzata con apparecchiature per diagnosi polispecialistiche.
“La Casa di Comunità – prosegue il Sindaco – aumenta l’offerta dei servizi per la salute sul territorio. Insieme al Camberlingo, ospedale di primo livello, con questa struttura saranno garantiti maggiori servizi e attese minori per l’erogazione delle prestazioni mediche.”
Alla ASL di Brindisi sarà concesso in comodato d’uso l’immobile di 540 metri quadrati che si affaccia su Piazza Giacomo Matteotti.
“Dopo la realizzazione del parcheggio – conclude il Sindaco Denuzzo – con questo progetto comincia a prendere vita il complesso immobiliare che abbiamo acquisito per intero nel nostro patrimonio solo alcuni mesi fa. Proseguiremo con progetti e idee per rifunzionalizzare anche gli altri immobili, perché l’ex fiera è un patrimonio della Città che non può rimanere in stato di abbandono.”
La ASL candiderà il progetto della  alla Missione 6 del PNRR finalizzata a rafforzare la prevenzione e i servizi sanitari sul territorio. Il contratto di comodato d’uso avrà una durata di 30 anni prorogabile per ulteriori 20 anni.

Circa l'autore