Lavori rifacimento Via Porta Lecce affidati alla BMS, Zippo (Adoc): “La società partecipata dispone di personale adeguato all’intervento?”

Lavori rifacimento Via Porta Lecce affidati alla BMS, Zippo (Adoc): “La società partecipata dispone di personale adeguato all’intervento?”

Con atto di giunta n. 361 del 19.10.2022 l’amministrazione comunale di Brindisi ha deliberato l’affidamento dei lavori per il rifacimento del fondo stradale in porfido di Via Porta Lecce, più volte al centro di segnalazioni da parte dei residenti e cittadini per lo stato di pericolosità dello stesso, per un importo pari a 220.000 euro. I lavori, acquisiti i pareri della sovraintendenza a testimonianza del valore storico e dell’impatto architettonico dell’opera sul contesto urbanistico, saranno affidati alla Società Partecipata Brindisi Multiservizi S.r.l.. Ad avallare tale scelta, stante I documenti ufficiali, la congruità economica dell’affidamento, in rapporto al valore delle attività ed i benefici per la collettività ed in relazione agli obiettivi di efficienza, economicità e qualità del servizio, nonché l’ottimale impiego delle risorse pubbliche.
Ma sarà proprio così??? Tanti gli interrogativi che i cittadini/contribuenti e gli stessi residenti si pongono. La tipologia di intervento da attuare per il ripristino del fondo stradale in questione non puo’ essere paragonato alle normali attività per questo ci si chiede se la BMS disponga al suo interno delle unità adeguate sia in termini di numeri che di professionalità per eseguire i lavori in tempi certi e a regola d’arte.
Elementi importanti per scongiurare fenomeni legati al subappalto e tempi biblici per l’esecuzione dei lavori costringendo residenti, commercianti e gli stessi cittadini a disagi. Altro aspetto importante il corretto utilizzo delle risorse pubbliche. In una fase di sofferenza per le casse comunali gestire in maniera oculata la spesa pubblica non vuol dire necessariamente risparmiare sugli importi degli affidamenti ma assicurarsi la realizzazione di opere durature attraverso tecniche e professionalità adeguate. Per quanto sopra chiediamo a tutela dei contribuenti e degli interessi della città un attento monitoraggio degli interventi da parte degli uffici preposti Sovraintendenza in primis e uffici tecnici comunali poi.

Circa l'autore