Protesta per il Centro Anziani di Bozzano, i frequentatori “Chiuso da due anni, Stanchi di promesse disattese!”

Protesta per il Centro Anziani di Bozzano, i frequentatori “Chiuso da due anni, Stanchi di promesse disattese!”

Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma di un nutrito gruppo di anziani che insieme si definiscono “Comitato Promotore” e annuncia e spiega le motivazioni della manifestazione di protesta che, annunciano, sarà messa in atto lunedì 14 novembre alle ore 10.00 presso il Centro anziani del quartiere Bozzano. Di seguito il testo:
“Stanchi di promesse disattese !
Siamo un gruppo di persone frequentatrici del Centro anziani del quartiere Bozzano. Ci siamo costituiti in Comitato in rappresentanza di tutti gli iscritti al Centro. Lo abbiamo fatto perché i Consiglieri Comunali che si erano interessati del nostro problema sono stati tacciati di fare solo campagna elettorale. Un modo comodo per eludere il problema visto che il Centro è chiuso oramai da due anni e gli anziani che lo frequentavano sono stati abbandonati a se stessi. Non abbiamo protestato quando nella struttura era stato istituito un centro vaccinale. Si era in piena pandemia da Covid 19 ed era necessario avviare in maniera massiccia la campagna di vaccinazione. Abbiamo rivendicato la restituzione del Centro una volta che non hanno più avuto vigenza tutte le norme del Governo che disponevano la chiusura di queste strutture. Abbiamo scoperto con grande sorpresa che, nonostante la pandemia, parte del centro era stata assegnato al Centro Servizi sul Volontariato e alla Comunità di Sant’Egidio come se per loro non valevano le limitazioni introdotte. Ci era stato promesso che parte del Centro sarebbe stata restituita alle originarie funzioni entro il 15 settembre e che per i mesi estivi ci sarebbe stata affidata la delegazione comunale del quartiere Sant’Elia. Nulla di tutto questo è ancora accaduto! Le motivazioni addotte sono le più disparate: dalla necessita di far pulire gli ambienti al ripristino dell’impianto di aria condizionata. Stanchi di aspettare ancora abbiamo deciso di promuovere una iniziativa di protesta presso il nostro Centro per lunedì 14 novembre alle ore 10.00. Ci auguriamo che i rappresentanti del mondo dell’informazione sia presente alla manifestazione e ci sostenga in questa battaglia di civiltà.”

Circa l'autore