Raccolta differenziata dei rifiuti a Brindisi, Antoniono (PRI): “Un fallimento continuo!”

Raccolta differenziata dei rifiuti a Brindisi, Antoniono (PRI): “Un fallimento continuo!”

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa a firma del Capogruppo del PRI Gabriele Antonino sulle percentuali di raccolta differenziata e sulla perdita dei finanziamenti per un centro di raccolta al quartiere Perrino. Di seguito il testo:
“Spulciando tra le deliberazioni della Giunta Municipale che vengono periodicamente inviate ai capigruppo si ha la conferma di quanto sia contraddittoria la politica della Amministrazione Rossi in tema di raccolta differenziata dei rifiuti.
Con la deliberazione n. 360 del 14 ottobre ultimo scorso si prende desolatamente atto che la percentuale di raccolta differenziata nel trimestre giugno-luglio-agosto è stata pari a 41,06%, percentuale ben lontana dagli standard previsti dalla normativa (65%) e si prorogano i servizi aggiuntivi già in precedenza affidati ad ECOTECNICA con la speranza di migliorare tale percentuale.
Nella stessa seduta di Giunta, con la deliberazione n. 355, si decide di rinunciare al finanziamento ottenuto per la realizzazione del Centro Comunale di raccolta rifiuti differenziati presso il quartiere PERRINO non avendo reperito un suolo idoneo di proprietà comunale su cui realizzare tale struttura e tanto dopo aver aggiudicato la gara appositamente indetta e con i lavori già iniziati!
Motivo?
Quella stessa area coincide con quella oggetto di realizzazione degli interventi previsti dal PINQUA del quartiere Perrino in fase di ammissione a finanziamento nonché con quella in cui Arca Nord Salento dovrà realizzare altri interventi già ammessi a finanziamento nell’ambito del Programma <<SICURO, VERDE E SOCIALE: riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica>>!
Con la conseguenza che il Comune sarà costretto a pagare alla ditta aggiudicatrice, che nelle more ha rescisso il contratto, i lavori eseguiti nonché il valore dei materiali utili esistenti in cantiere oltre al decimo dell’importo delle opere non eseguite, per un totale stimato di circa € 45.000,00.
Insomma: oltre il danno la beffa!
E la raccolta differenziata langue con conseguenze dirette sulle tasche dei cittadini.”

Di seguito i testi dei verbali cui il comunicato stampa si riferisce

VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE

N° 355 del Registro 14/10/2022

OGGETTO: POR PUGLIA FESR 2014/2020, ASSE VI AZIONE 6.1, SUB AZIONE 6.1B. – REALIZZAZIONE DI CENTRI COMUNALI DI RACCOLTA RIFIUTI DIFFERENZIATI” – LOCALITÀ SANT’ELIA-PERRINO-PARADISO. REVOCA DELIBERA DI GIUNTA N. 215/2022. ATTO DI INDIRIZZO PER L’INTERVENTO PER LA REALIZZAZIONE DEL CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA RIFIUTI DIFFERENZIATI QUARTIERE PERRINO. CUP: J88C19000100002; CIG: 8531937923.

L’anno 2022, il giorno quattordici del mese di Ottobre alle ore 09:00 , in Brindisi nella sede Comunale.
A seguito della convocazione disposta con appositi avvisi si è riunita la Giunta Comunale nelle persone dei Signori:

Nome Funzione P A Nome Funzione P A
Rossi Riccardo Sindaco X Lettori Isabella Assessore X
Pinto Oreste Ermenegildo Assessore X Saponaro Francesco Assessore X
Masiello Mauro Assessore X Vitali Massimo Assessore X
Borri Dino Assessore X Taveri Emma Assessore X
Brigante Elena Tiziana Vice sindaco X

PRESENTI: 6 ASSENTI: 3

Con la partecipazione del Segretario Generale del Comune Dott. Pasquale Greco
Il Presidente, constatata la legalità dell’adunanza, invita la giunta alla trattazione dell’argomento in oggetto presentato dal componente Ufficio su proposta dell’ Assessore al ramo:

RELAZIONE

Premesso che:

– Con deliberazione del Commissario Straordinario con poteri della Giunta comunale n. 153 del 27/10/2017, veniva deliberato di autorizzare la partecipazione del Comune di Brindisi all’Avviso pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n.122 del 26/10/2017 (P.O.R. Puglia 2014-2020. Asse VI “Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali” – Azione 6.1 “Interventi per l’ottimizzazione gestione dei rifiuti urbani” per la Realizzazione di centri comunali e intercomunali di raccolta rifiuti differenziati (CCR) previsti presso i quartieri “PARADISO”- “PERRINO” e “SANT’ELIA;

-Con determinazione dirigenziale della Regione Puglia – Sezione Ciclo dei Rifiuti e Bonifiche n. 105 del 10/04/2018, veniva disposta la concessione del finanziamento per l’importo complessivo di € 900.000,00, in favore del Comune di Brindisi per la realizzazione dei succitati tre centri comunali di raccolta rifiuti differenziati, a valere sui fondi P.O.R. PUGLIA 2014-2020. Asse VI – Azione 6.1. In particolare, i progetti definitivi approvati con determinazione dirigenziale del Servizio di Igiene Urbana di questo Comune n. 45 del 27/10/2017, candidati e oggetto di finanziamento regionale, riguardano la realizzazione di n. 3 Centri Comunali di Raccolta Rifiuti Differenziati (di seguito anche semplicemente “CCR”) nel Comune di Brindisi presso il quartiere “PARADISO”- “PERRINO” e “SANT’ELIA, per un importo complessivo dei tre progetti pari ad € 909.000,00, di cui € 900.000,00 finanziati mediante fondi regionali a ed € 9.000,00 cofinanziati con fondi comunali;

– in adempimento all’art. 4, comma 1, lett. a e b del disciplinare di convenzione sottoscritto tra il Comune di Brindisi e la Regione Puglia, relativamente al finanziamento concesso, che prevede, l’attivazione da parte del soggetto beneficiario delle procedure per l’acquisizione di pareri, nulla osta o autorizzazioni necessarie per la realizzazione dell’intervento e per il completamento della progettazione funzionale all’attivazione delle procedure di gara per l’affidamento dei lavori nel rispetto delle vigenti normative in materia di appalti pubblici, venivano convocati i competenti Enti/Uffici alla Conferenza dei Servizi decisoria, indetta ai sensi dell’art.15 della Legge Regionale 12 Aprile 2001, n.11 e dell’art. 14, dell’art.14 bis della legge 7- 08-1990 n. 241 in forma simultanea ed in modalità sincrona e tenutasi giorno 19/07/2018, giusta convocazione prot. n. 63287/2018;

– con nota prot. n. 74858 del 25/07/2018, veniva trasmesso agli Enti interessati il verbale della Conferenza dei Servizi di cui sopra e i relativi parere allegati;

– a seguito di procedura di gara, in data 17/12/2019, con contratto di appalto n.12171, veniva affidato all’R.T.P. composto da Artec Associati srl (mandataria) – BC Engineering srl – ing. F. Brocato, l’incarico per la Progettazione Esecutiva, Coordinamento sicurezza in fase di progettazione, Direzione Lavori e contabilità, Coordinamento sicurezza in fase di esecuzione e redazione certificato regolare esecuzione, per i tre centri comunali in parola;

– preliminarmente all’esecuzione del Progetto Esecutivo, al fine di ottemperare alle prescrizioni emerse in Conferenza dei Servizi del 19/07/2018, la succitata R.T.P., ha provveduto all’adeguamento del Progetto Definitivo alle prescrizioni imposte;

– a chiusura del procedimento è stata convocata Conferenza dei Servizi decisoria conclusiva, giusta nota prot. n. 31394/2020, indetta ai sensi dell’art. 14, dell’art.14 bis, c.1, della legge 7-08- 1990 n. 241 in forma simultanea ed in modalità asincrona, in modo che gli Enti/Uffici coinvolti potessero esprimere ognuno per le rispettive competenze, il parere conclusivo in modo univoco e vincolante, in relazione ai progetti definitivi aggiornati alla luce delle prescrizioni/osservazioni emerse in sede della Conferenza dei Servizi del 19/07/2018;

– in riferimento alla convocazione della C.d.S. decisoria conclusiva, pervenivano entro il 26/04/2020 i seguenti pareri:
• la Provincia di Brindisi con nota prot. 0032364 del 03/04/2020 ha espresso parere favorevole alla loro realizzazione e gestione fatte salve alcune condizioni minime in attuazione della vigente normativa in materia di gestione delle acque meteoriche;
• l’Acquedotto Pugliese con nota prot. n.0024234 del 07/04/2020 ha rilasciato nulla-osta di massima, nelle more della puntuale definizione progettuale delle interferenze esistenti;
• il Settore Urbanistica e Assetto del Territorio del Comune di Brindisi con nota del 23/04/2020, chiedeva di contro dedurre ai rilievi e alle osservazioni poste di seguito riportate:
 aggiornamento della tavola grafica di rappresentazione del monoblocco per ospitare la guardiania e due servizi igienici come prescritto dalla ASL (rappresentati nella Tav.n. 4), con inserimento della quota interna (in sezione) per la verifica della misura di mt. 3,00 prescritta, e di cui all’aggiornamento riportato nella Relazione generale – rel. 01 (rif. pagina 21 e 28);
 aggiornamento degli elaborati scritto-grafici relativamente all’area complessiva di intervento, con specifica della motivata distinzione (piattaforma + piazzali ingresso);
 elaborazione di uno studio dei centri di raccolta che analizzi il contesto urbano di inserimento nell’ambito del quartiere oggetto di ubicazione, prevedendo una pianificazione dettagliata estesa all’intero comparto individuato nel SPS vigente, per ognuno dei tre centri, relativamente alla destinazione del lotto, della viabilità, alla sistemazione delle aree residuali limitrofe ai centri, anche prevedendo opere di mitigazione;

– al fine di contro dedurre ai rilievi e alle osservazioni poste dal Settore Urbanistica e Assetto del Territorio del Comune di Brindisi con nota del 23/04/2020, in sede di redazione del Progetto Esecutivo il R.T.P. ha adeguato il Progetto, trasmettendo in data 06/07/2020 i relativi elaborati, per ognuno dei tre centri comunali di raccolta;

– inoltre, il Settore Ambiente – Igiene Urbana, con propria nota prot. n. 0041006 del 11/05/2020, trasmetteva riscontro ai rilievi e alle osservazioni poste nel succitato parere del Settore UAT;

– in data 04/06/2020 con nota prot. n. 47606 è stata indetta Conferenza dei Servizi decisoria conclusiva in modalità simultanea e asincrona, nella predetta convocazione inoltre si è preso atto che alcun riscontro era pervenuto da parte del Settore UAT alla succitata nota prot. n. 0041006 del 11/05/2020;

– con nota prot. n. 0059221 del 08/07/2020, facendo seguito alla Conferenza dei Servizi decisoria Conclusiva del 04/06/2020, l’R.T.P. ha trasmesso il progetto esecutivo “P.O.R. PUGLIA 2014- 2020. Asse VI – Azione 6.1 – “Interventi per l’ottimizzazione della gestione dei rifiuti urbani” – Realizzazione dei CCR presso i quartieri “PARADISO” – “PERRINO” e “SANT’ELIA” del Comune di Brindisi (Rev.01 – Emesso per ottemperanza prescrizioni CdS 04/2020)”, al fine dell’approvazione;

– con nota prot. n. 78/20/Bce del 23/09/2020, acclarata al protocollo generale di questa Amministrazione Comunale al n. 0082422 del 23/09/2020, il R.T.P. incaricato della progettazione trasmetteva gli elaborati del progetto esecutivo RV_02 dei tre CCR in questione;

– in data 25/11/2020 il subentrato Responsabile Unico del procedimento, Ing. Francesco Corvace, in luogo dell’Ing. Fantetti, provvedeva a redigere per ognuno dei progetti esecutivi relativi alla realizzazione dei tre centri comunali presso i quartieri “PARADISO” – “PERRINO” e “SANT’ELIA” il verbale di validazione, ai sensi dell’art. 26 del D.Lgs n. 50/2016 e s.m.i.;

– con la determinazione dirigenziale del Settore Ambiente – Igiene Urbana n. 86/AMB del 01/12/2020 (N. ord. Reg. gen. 1596/2020), veniva approvato il progetto esecutivo, capitolato speciale di appalto relativo ai lavori di “Realizzazione del Centro Comunale di raccolta rifiuti differenziati nel Comune di Brindisi presso il quartiere “PERRINO” ed avviate le procedure di gara – Codice CUP J88C19000110002, Codice CIG 8531937923;

– a seguito dell’espletamento delle procedure di gara, in data 20/05/2021 veniva sottoscritto con la Soc. EDIL AN.PA. Soc. Coop. a r.l., c.f. 04071080636, con sede legale in Via P. Bianca n. 31, 80010 Quarto (NA), PEC: edilanpaarl@pec.it , il contratto N. Rep. 12226 per la realizzazione del centro comunale di raccolta rifiuti differenziati nel comune di Brindisi presso il quartiere “PERRINO”, e in data 28/09/2021 veniva sottoscritto il verbale di consegna dei lavori.

Considerato che,

– con l’allegata nota prot. n. 16661 del 15/02/2022 (all. n. 1), a firma dell’Assessore all’Urbanistica e del Sindaco, avente ad oggetto “ Delocalizzazione Centro raccolta rifiuti al quartiere Perrino-Provvedimenti consequenziali”, indirizzata al solo Settore Ambiente, veniva rappresentato quanto segue: “ Si fa presente che l’area interessata coincide con quella oggetto di realizzazione degli interventi previsti dal PINQUA del quartiere Perrino in fase di ammissione a finanziamento nonché con la stessa realizzazione da parte di Arca Nord Salento degli interventi già ammessi a finanziamento giusta determinazione della Dirigente della Sezione Politiche Abitative di regione Puglia n. 524 del 30/12/2021 nell’ambito del Programma “SICURO, VERDE E SOCIALE: riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica” di cui all’art. 1, comma 2, lettera c) punto 13 del D.L. 6 maggio 2021, n. 59 convertito con modificazione dalla Legge 1 luglio 2021, n. 101. Approvazione della graduatoria delle proposte ammissibili del “Piano degli interventi” della Regione Puglia e dell’elenco degli “Interventi ulteriori rispetto all’importo assentito” relativi all’Avviso pubblico rivolto a Comuni e ARCA per interventi di recupero e riqualificazione degli immobili di ERP approvato con Determinazione Dirigenziale n. 454 del 10/11/2021”;

– conseguenzialmente a quanto sopra esplicato, con la medesima nota veniva chiesto al Settore Ambiente di adottare gli atti di competenza finalizzati alla delocalizzazione del CCR del quartiere Perrino nell’ambito di lotti diversi di proprietà della stessa Amministrazione comunale;

– in conformità all’indirizzo ricevuto, il Settore Ambiente si attivava in tal senso, dopo aver con nota prot. n. 17229 del 16/02/2022 disposto preliminarmente alla Direzione dei lavori di procedere all’immediata sospensione dei lavori, alla messa in sicurezza del cantiere nonché alla redazione del relativo processo verbale unitamente al verbale di consistenza dell’avanzamento dei lavori raggiunto alla data di sospensione.

– a seguito di una preliminare ricognizione delle aree idonee e di proprietà comunale ricadenti nello stesso quartiere Perrino nonché previo confronto con gli assessori e le strutture dirigenziali coinvolte, il Settore Ambiente aveva individuato quale possibile sito per la delocalizzazione del CCR, l’area in via Villanova, identificata catastalmente al Foglio 55, particelle n. 1153 e n. 50. In ragione di ciò e per raccogliere l’indirizzo finale dell’Amministrazione Comunale è stata formulata la proposta di delibera di giunta n. 186 del 14/04/2022, su cui aveva ricevuto il nullaosta del Settore n.8.

– Nella seduta del 3/05/2022, la citata proposta di giunta veniva discussa ma non approvata, invitando il Settore proponente ad individuare un’altra area idonea all’interno del quartiere Perrino.

– il Settore Ambiente, a seguito di un’ulteriore ricognizione delle aree idonee e di proprietà comunale ricadenti nello stesso quartiere Perrino, individuava quale ulteriore possibile sito per la delocalizzazione del CCR, l’area in viale Arno angolo Via Calore, identificata catastalmente al Foglio 55, particelle n. 190 – 583 – 585 – 142 – 584;

– successivamente, pertanto, con Atto deliberativo della Giunta Comunale n. 215 del 01/06/2022, (sul quale, venivano apposti i pareri/nullaosta favorevoli del Settore proponente n. 6 e anche dei Settori nn. 5 e 8), veniva disposta una nuova localizzazione del realizzando Centro Comunale per la Raccolta dei rifiuti differenziati presso il quartiere Perrino in Brindisi, subordinando l’esecutività dell’atto di indirizzo alla preventiva autorizzazione della Regione Puglia, quest’ultimo Ente finanziatore dell’opera;

– con nota prot. n. 72757 del 28/06/2022, il Comune di Brindisi trasmetteva tra le altre, copia del citato Atto di Giunta alla Regione Puglia, al fine di acquisire il necessario benestare;

– nei contenuti dell’atto di giunta in questione, venivano tra le altre prospettati i possibili scenari di ricaduta connessi con le seguenti due ipotesi:
1. nell’ipotesi in cui il Comune di Brindisi non intendesse ricollocare il CCR ma intendesse solo rinunciare al finanziamento ottenuto dalla Regione Puglia, l’Amministrazione Comunale potrebbe ai sensi e per gli effetti dell’art. 109 del D.Lgs. n. 50/2016 recedere dal contratto in corso, previo il pagamento dei lavori eseguiti nonché del valore dei materiali utili esistenti in cantiere per come dettagliati nel verbale della Direzione Lavori (prot. Comune BR n. 24944/2022), oltre al decimo dell’importo delle opere non eseguite, per un totale stimato di circa € 45.000,00;
2. nell’ipotesi in cui il Comune di Brindisi esercitasse il citato recesso o la ditta subappaltatrice promuovesse la risoluzione del contratto, le relative risorse economiche sarebbero a carico esclusivo del bilancio comunale senza che allo stato sia individuabile uno specifico capitolo di finanziamento;

– medio tempore, in data 9/06/2022, la ditta appaltatrice dell’intervento con nota PEC (in atti del Comune di Brindisi con prot. n. 64703/2022) risolveva il contratto di appalto, rischio già prospettato dal Settore n. 6 Ambiente, e si palesavano dei motivi ostativi sulla titolarità dell’area;

– da ultimo, la Regione Puglia– Servizio Ciclo dei Rifiuti e Bonifiche, con l’allegata nota prot. n. 9117 del 11/08/2022 (protocollo Comune di Brindisi n. 8766 del 11/08/2022, all. n. 2), ha negato l’autorizzazione alla delocalizzazione del suddetto centro comunale;

– Preso atto del diniego regionale, con l’allegata nota prot. n. 92370 del 29/08/2022 (all. n. 3), il Settore n. 6 Ambiente – Igiene urbana ha preso atto dell’assenza di altre fattibili sedi di delocalizzazione nel quartiere Perrino del CCR nonché del diniego regionale, e ritenuto percorribili solo due ipotesi: la prima di proseguire (tramite altra ditta) l’intervento in questione nel luogo originariamente previsto o la seconda di rinunciare a realizzarlo e rinunciare al relativo finanziamento, fermi restando gli oneri economici conseguenti ad entrambe le prospettate scelte.

– Quindi è stato chiesto all’Organo di vertice politico ed amministrativo dell’Amministrazione Comunale di esprimere un definitivo ed ultimativo indirizzo su quanto esposto.

Tutto ciò premesso e considerato,

alla luce di quanto esposto, risulta non più eseguibile la D.G.C. n. 215/2022, ed è necessario adottare un atto di indirizzo se proseguire o rinunciare all’esecuzione dell’intervento di “Realizzazione del Centro Comunale di raccolta rifiuti differenziati nel Comune di Brindisi presso il quartiere “PERRINO”, valutando nella seconda ipotesi ove possibile ottimizzando ed economizzando le risorse, con l’acquisizione dei materiali e forniture a piè d’opera inerenti il cantiere in essere dell’intervento CCR presso il quartiere Perrino.
Il Sindaco
Ing. Riccardo Rossi

LA GIUNTA COMUNALE
Udita la relazione di cui sopra e fattala propria;
VISTO il D. Lgs. 267/2000;
Con voti espressi dagli assessori presenti nei modi e forme di legge,

DELIBERA

1. DI APPROVARE la relazione che precede;
2. DI REVOCARE la delibera di Giunta Comunale n. 215 del 1/06/2022;
3. DI FORMULARE, in merito all’intervento di cui trattasi, il seguente indirizzo:
 rinunciare all’esecuzione dell’intervento di realizzazione del centro comunale di raccolta rifiuti differenziati nel quartiere Perrino e del presupposto finanziamento regionale;
 economizzare gli acquisti del CCR Perrino con gli altri interventi CCR.
4. DI DEMANDARE al Settore n. 6 Ambiente – Igiene Urbana, tutti i provvedimenti consequenziali;
5. DI NOTIFICARE a mezzo PEC, il presente atto alla Regione Puglia, alla Direzione Lavori, alla ditta appaltatrice;
6. DI DICHIARARE il presente atto immediatamente esecutivo ai sensi dell’art. 134, comma
4, del D.Lgs. 267/2000, con separata votazione unanime.

Del che è stato redatto il presente processo verbale che, letto e confermato, viene firmato digitalmente da:

Il Sindaco
Rossi Riccardo
Il Segretario Generale
Dott. Pasquale Greco
(atto sottoscritto digitalmente)

 

N° 360 del Registro 14/10/2022

OGGETTO: SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI E RIFIUTI ASSIMILABILI DA AVVIARE A SMALTIMENTO/RECUPERO, RACCOLTA DIFFERENZIATA E DI ULTERIORI SERVIZI PER LA TUTELA DELL’AMBIENTE. CODICE CUP: J85C19000020004. DISPOSIZIONI PER IL PERIODO DAL 01/10/2022 AL 15/12/2022

L’anno 2022, il giorno quattordici del mese di Ottobre alle ore 14:00 , in Brindisi nella sede Comunale.
A seguito della convocazione disposta con appositi avvisi si è riunita la Giunta Comunale nelle persone dei Signori:

Nome Funzione P A Nome Funzione P A
Rossi Riccardo Sindaco X Lettori Isabella Assessore X
Pinto Oreste Ermenegildo Assessore X Saponaro Francesco Assessore X
Masiello Mauro Assessore X Vitali Massimo Assessore X
Borri Dino Assessore X Taveri Emma Assessore X
Brigante Elena Tiziana Vice sindaco X

PRESENTI: 6 ASSENTI: 3

Con la partecipazione del Segretario Generale del Comune Dott. Pasquale Greco
Il Presidente, constatata la legalità dell’adunanza, invita la giunta alla trattazione dell’argomento in oggetto presentato dal componente Ufficio su proposta dell’ Assessore al ramo:

RELAZIONE
PREMESSO che:
per il primo trimestre 2022, il Comune di Brindisi, con proprie delibere di giunta (n. 60 del 25/02/2022 e precedenti n. 310 del 04/10/2021, n 209 del 08/07/2021, n. 72 del 02/04/2022, n. 4 del 15/01/2021) ha stabilito di potenziare il servizio di gestione rifiuti urbana, come di seguito:
– inserimento di un giorno supplementare di raccolta del rifiuto secco residuo, da prevedere alla giornata del giovedì fino alla fine dell’anno solare in corso;
– dispiegamento di un sistema di rafforzamento di raccolta degli abbandoni, una volta a settimana per quartiere, con impiego di ulteriori mezzi di rimozione per tre giorni a settimana (per ogni giornata si effettuerà la rimozione degli abbandoni di circa 5 quartieri), fino alla fine del periodo oggetto della presente disposizione;
– puntuale adempimento ed applicazione della normativa tecnica e sanitaria per la gestione dell’emergenza sanitaria per come richiamata in narrativa.

Tali disposizioni erano volte a rimuovere qualunque causa di dispersione nell’ambiente di tali rifiuti, e quindi prevenire la formazione di qualsivoglia focolaio epidemiologico in ambiente urbano, in concomitanza dello stato di emergenza dichiarato per l’epidemia da COVID-19 e prorogato, dal Decreto Legge n. 221 del 24 dicembre 2021, fino al 31/03/2022;

A seguito della conclusione dello stato di emergenza con il Decreto Legge n. 24 del 24 marzo 2022, l’amministrazione, con delibera n. 176 del 09/05/2022, ha disposto di procedere con la rimodulazione del programma di raccolta e gestione dei rifiuti indifferenziati al fine di ricondurre alla programmazione ordinaria delle attività secondo il programma pre-covid mantenendo il servizio di potenziamento del sistema della raccolta degli abbandoni teso ad intercettare una quantità di rifiuto sparso nelle giornate del Lunedì, del Mercoledì e del Venerdì, implementando lo stesso anche nella giornata del Giovedì, nonché nel prorogare il servizio di pulizia interna, esterna e disinfezione dei locali comunali “Dormitorio” di Via Provinciale San Vito e Cortili interni degli uffici Comunali, per un periodo transitorio di 3 mesi;

Con delibera di Giunta Comunale n. 248 del 01/07/2022 sono stati prorogati, agli stessi patti e condiziona, i servizi su menzionati fino al 30/09/2022;

Considerato che
– la gestione dei rifiuti è un tema complesso e che ha tra i capisaldi quello della raccolta differenziata, strumento cruciale per ridurre sprechi e inquinamento;
– nel territorio comunale i dati della raccolta differenziata risultano essere particolarmente bassi con una media nel trimestre giugno-luglio-agosto pari a 41,06%, percentuale ben lontana dagli standard previsti dalla normativa (65%);
– sono ancora in corso delle ricerche per individuare un nuovo luogo di accoglienza che ospiti le persone attualmente alloggiate nei locali comunali “Dormitorio” di Via Provinciale San vito, stante l’intendimento del Comune di Brindisi di operare una ristrutturazione integrale di tale struttura;
– il Direttore dell’Esecuzione del Contratto ha rappresentato l’opportunità che i servizi aggiuntivi siano quindi ulteriormente prorogati sino alla conclusione dell’appalto in corso;
– I descritti servizi si sono svolti nei precedenti trimestri senza contestazioni di sorta;

Considerato, altresì, che
Il contratto in essere con l’attuale Ditta Appaltatrice del servizio è in scadenza il 16 dicembre 2022;
E‘ stata avviata la progettazione della nuova gara che contemplerà una diversa costruzione del Capitolato Speciale di Appalto rispetto a quello in essere;
Il Comune di Brindisi, nell’ambito dell’ARO di appartenenza, ha approvazione diversi Progetti da Candidare per l’Ottenimento del contributo per la realizzazione di proposte volte al miglioramento ed alla meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani -Avviso M2C1.1 I1.1 – LINEA A nell’ambito “Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR);
Non sono stati ancora resi noti gli esiti di tali candidature;

Ritenuto
Opportuno, allo stato attuale, prorogare alla ditta appaltatrice del servizio in parola, Ecotecnica srl, c.f. 02051620751, il programma, come rimodulato da delibera sopra menzionata n. 176/2022 e successiva n. 248/2022, per un periodo transitorio a partire dal 1/10/2022 fino alla conclusione naturale del contratto con la ditta appaltatrice prevista per il 15/12/2022, ovvero:
– terminare il servizio di raccolta del rifiuto secco non riciclabile previsto per la giornata aggiuntiva del giovedì;
– mantenere il servizio di potenziamento del sistema della raccolta degli errati conferimenti/abbandoni teso ad intercettare una quantità di rifiuto sparso nelle giornate del Lunedì, del Mercoledì e del Venerdì, implementando lo stesso anche nella giornata del Giovedì;
– dare ampia informazione alla cittadinanza del nuovo programma di raccolta così come condiviso in sede di riunione di coordinamento del 08/03/2022;
L’importo delle descritte prestazioni, calcolato sulla base degli importi stabiliti dalla nota prot. prot. 89902 del 16/10/2020, esteso per le attività sopradetta, sarà pari a euro 6.172,96 oltre IVA per settimana, al lordo del ribasso di gara;
contestualmente, prorogare sempre alla ditta Ecotecnica srl, per il mancato perfezionamento di ubicazione del dormitorio, il servizio di pulizia interna, esterna e disinfezione dei locali comunali “Dormitorio” di Via Provinciale San vito e Cortili interni degli uffici Comunali agli stessi patti e condizioni di cui alla nota del RUP prot. 11735/2021 del 04/02/2021 e successive proroghe;

Dato atto che
La stima complessiva per queste lavorazioni supplementari è di circa 75.000 euro iva inclusa, con prosecuzione per il periodo transitorio dal 01/10/2022 al 15/12/2022, al netto degli oneri di conferimento finale che sono regolati dall’art.48 del CSA, che trovano capienza nel capitolo di spesa del canone del servizio di igiene urbana, inclusivo degli oneri per lavorazioni accessorie o ripetizione di lavori in capo al gestore Ecotecnica (art. 91del CSA).
L’istruttoria per il dettaglio e puntuale quantificazione dei costi, nonché il controllo dell’esecuzione dei servizi di cui trattasi sono affidati al Direttore di Esecuzione di Contratto incaricato;
Tanto premesso e considerato, trattandosi di spesa ascrivibile a servizi obbligatori essenziali afferenti al tema della pubblica igiene e salubrità, si sottopone formalmente all’organo giuntale tale proposta.
L’ASSESSORE
dott. Massimo Vitali

LA GIUNTA COMUNALE
VISTA la relazione che precede;
VISTO il parere favorevole espresso dal Dirigente Ambiente ed Igiene Urbana in merito alla regolarità tecnica della presente deliberazione;
VISTO il parere di regolarità amministrativa-contabile di cui all’articolo 147-bis, comma 1, del D.Lgs. n. 267/2000, reso unitamente alla sottoscrizione del presente provvedimento da parte del responsabile del Settore n. 3 Servizi Finanziari;
DATO ATTO che i suddetti pareri, firmati digitalmente, formano parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;
VISTO il D. Lgs. 267/2000;
VISTO il D. Lgs. 152/2006;
VISTO lo Statuto Comunale;
VISTI
– la delibera Consiglio Comunale n. 79 del 29/09/2022 di “Bilancio di previsione esercizi 2022-2024 – Approvazione”;
– la delibera Consiglio Comunale n. 78 del 29/09/2022 di “Documento Unico di Programmazione (DUP/D.U.P.) – Esercizio 2022/2024 – Attuazione previsione art. 170 del DLGS 267/2000”;
– il Decreto Sindacale n. 2/2022 che assegna a far data dal 2/02/2022 la direzione dei settori nn.6 e 7 del Comune di Brindisi all’avv. Mario Marino Guadalupi;
Con voti unanimi espressi dagli assessori presenti nei modi e forme di legge,

DELIBERA
1) DI APPROVARE la relazione che precede, a formare parte integrante del presente dispositivo;
2) DI ATTIVARE, anche per il periodo a partire dal 1 ottobre 2022 fino al 15/12/2022, servizi aggiuntivi, consistenti nel mantenere il servizio di potenziamento del sistema della raccolta degli abbandoni teso ad intercettare una quantità di rifiuto sparso nelle giornate del Lunedì, del Mercoledì e del Venerdì, implementando lo stesso anche nella giornata del Giovedì, nonché nel prorogare il servizio di pulizia interna, esterna e disinfezione dei locali comunali “Dormitorio” di Via Provinciale San vito e Cortili interni degli uffici Comunali ;
3) DI PRENDERE ATTO che i servizi aggiuntivi di cui al punto precedente sono stati avviati già dal 1 ottobre 2022;
4) DI DEMANDARE al Settore n. 6 Ambiente ed Igiene Urbana tutti gli adempimenti consequenziali;
5) DI RIFERIRE che il presente provvedimento non altera le previsioni di bilancio e gli equilibri finanziari, trovando la spesa prevista già allocazione nel capitolo inclusivo dei servizi aggiuntivi a norma dell’art. 91 del Capitolo Speciale d’Appalto, a valere sul cap. 9531 art 3 cod. 4200/2021 del BPF 2022/2024 annualità 2022;
6) DI NOTIFICARE il presente provvedimento al DEC a mezzo PEC dec.brundisiumconsulting@pec.it ed alla ditta Ecotecnica Srl c.f. 02051620751, a mezzo PEC amministrazione@pec.ecotecnicalecce.it;
7) DI DICHIARARE il presente atto immediatamente esecutivo ai sensi dell’art. 134, comma 4, del D.Lgs. 267/2000.

Del che è stato redatto il presente processo verbale che, letto e confermato, viene firmato digitalmente da:

Il Sindaco
Rossi Riccardo
Il Segretario Generale
Dott. Pasquale Greco
(atto sottoscritto digitalmente)

Circa l'autore