Disagi in contrada Betlemme, Adoc: “ Residenti abbandonati dall’Amministrazione comunale”

Disagi in contrada Betlemme, Adoc: “ Residenti abbandonati dall’Amministrazione comunale”

Contrada Betlemme: Via Santi Apostoli angolo Via Idra di Cana. Residenti abbandonati dall’amministrazione comunale che sulla zona dimostra totale disinteresse. Strade dissestate, servizio di igiene urbana non pienamente fornito, pubblica illuminazione inesistente, condizioni di sicurezza non garantite, discariche diffusesono alcune delle criticità denunciate e subite dai cittadini specie da coloro i quali ci vivono, risiedono, sia in estate che in inverno e non sono pochi tra cui anziani e disabili. Mancanza di servizi, di controllo del territorio, un piano di recupero bloccato da anni in attesa del parere paesaggistico, l’assenza di misure atte a mitigare i disagi fanno da cornice ad una situazione non più sostenibile. Quanto sopra, nonostante i proprietari attendano da quasi 40 anni la definizione delle pratiche di condono edilizio pagando regolarmente ICI prima, IMU poi e Tari. Intanto delle zone perimetrate, sempre lungo la costa, non vi è traccia nei piani di finanziamento del CIS legato allo sviluppo turistico. Ci chiediamo come può esserci sviluppo turistico se non vi è recupero e messa in sicurezza? Già perché il recupero delle zone perimetrate rappresenta non solo un problema urbanistico ma anche e soprattutto ambientale considerato l’incremento demografico nei mesi estivi, che raggiunge le decine di migliaia di unità, in abitazioni senza adeguato servizio idrico fognario. Zone che se adeguatamente recuperate potrebbero rappresentare quell’idea di albergo diffuso già adottata in altre realtà per sopperire all’assenza di grandi strutture ricettive scongiurando ulteriore consumo di suolo ma forse pretendiamo troppo!?!?

Circa l'autore

Redazione

BrindisiCronaca.it è una testata registrata al n. 1/13 Reg. Stampa in data 30/01/2013 Direttore Responsabile Orsola Tasso Per inviare note o comunicati, per richiedere il nostro listino pubblicitario o contattare la redazione utilizzare le mail o i form di contatto su questo sito